skintartufesta2019

Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Ponticelli, Caroti (Pri): “zona industriale nel degrado”

Vota questo articolo
(1 Vota)

DSC 3153“Secondo il nostro concetto l’ordine e la pulizia sono segnali di buona organizzazione, ma purtroppo gli attuali amministratori non curano questo settore e nemmeno l’immagine delle aziende presenti nella zona industriale, purtroppo rimaste poche ma che producono calzature di qualità per le firme più prestigiose”. Questo il nuovo attacco dell'ex assessore all'ambiente ed esponente repubblicano Enzo Caroti, che concentra la sua attenzione sullo stato della parte bassa del paese.

“All’uscita della superstrada Fi-Pi-Li, attraversando con il ponte l’Arno e la ferrovia, per chi vuol trovare Santa Maria a Monte non è cosa facile, infatti sono assenti cartelli che indicano Santa Maria a Monte, ma c’è il cartello Ponticelli. Sarebbe utile e necessario un bel cartello che da il benvenuto a Santa Maria a Monte, e che indichi numeri telefonici utili e notizie sul paese fatto a chiocciola. Così si darebbe una bella impressione a chi viene da fuori , di organizzazione e di civiltà. Inoltre se ci si imbatte nella zona industriale, anch’ essa non segnalata, è inondata di erba suoi marciapiedi e il degrado è ben visibile. Pertanto sollecitiamo chi di competenza di istallare cartelli stradali e che indichino Santa Maria a Monte, e non sarebbe male, nell’occasione, anche l’istallare di cartelli turistici indicando che a Santa Maria a Monte ci hanno vissuto la famiglia importanti come i Galilei e i Carducci, inoltre sarebbe utile l’istallazione di un cartello che indicasse il Museo Casa Carducci con mostra permanente di Antonio Possenti, pittore di opere riguardante Giosuè Carducci”.

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466