Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Maltempo, Gelli (Pd) e Borghi (Lega) dopo Livorno

Vota questo articolo
(1 Vota)

21463060 10213344443906341 3265019989146572803 n"Si faccia al più presto la stima dei danni e la Regione valuti l'ipotesi di chiedere lo stato di calamità". L'esortazione è del deputato pisano Federico Gelli, dopo l'ondata di maltempo che si è abbattuta in Toscana.

"Tutta la nostra vicinanza - aggiunge - alle famiglie delle vittime di Monterotondo, che non hanno avuto tempo di mettersi in salvo".
"Oggi è il giorno del cordoglio - aggiunge il portavoce dell'opposizione in consiglio regionale della Toscana Claudio Borghi -. Da domani sarà il momento delle responsabilità, perché si può morire per un terremoto ma non per la pioggia. A Genova per un caso analogo sono già state emesse le giuste condanne che, se non potranno restituirci la vita delle vittime, possono almeno ridarci fiducia nella giustizia. In ogni caso i toscani e gli italiani possono stare sicuri: uno dei primi punti della Lega al Governo sarà un grande piano lavori per la messa in sicurezza del territorio, con una differenza sostanziale dalle promesse fatte finora da tutti gli altri: ovvero che se dall'Europa ci diranno che non possiamo spendere soldi per la sicurezza dei nostri cittadini, sarà una buona occasione per spiegare loro che possiamo benissimo fare da soli".

Ultima modifica il Lunedì, 11 Settembre 2017 18:43

Aggiungi commento

Riempi tutti i campi affinchè il tuo commento venga approvato in fase di moderazione. Grazie, la redazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466