Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Consorzi di Bonifica, la Regione modifica sistema elettorale e tributi

Vota questo articolo
(1 Vota)

lavori fossi 1L'obiettivo, era come ha spiegato dal presidente della commissione ambiente Stefano Baccelli, quello di fornire una disciplina più snella sul fronte del sistema elettorale per i Consorzi di Bonifica, che attualmente ha il limite di attrarre pochi votanti e più comunicativa. Al singolo cittadino con diritto di voto, infatti, dovrà essere data opportuna informazione.


Era questo lo scopo della proposta di legge regionale che va a modificare la normativa su consorzi di bonifica e difesa del suolo, e quindi le leggi regionali 79/2012 e 80/2015. Ieri martedì 4 dicembre è stata approvata in consiglio regionale con 22 voti a favore, 6 contrari e 5 astenuti.
La nuova legge va a incidere anche sulla parte relativa al pagamento del tributo che è stato ridisegnato perché sia più chiara e più rispettosa del contribuente. Le modifiche interessano infatti chi è tenuto al pagamento, ossia l'effettivo usufruttuario, proprietario o comproprietario di maggioranza dell'immobile. Le verifiche e il controllo del contribuente cui spetta il pagamento è in capo ai consorzi.
In sostanza quindi si sono modificate due leggi regionali la 79/2012 e 80/2015. In sede di dibattito il capogruppo di Sì – Toscana a sinistra, Tommaso Fattori, ha espresso apprezzamento al testo di legge che introduce modifiche "assolutamente condivisibili": tra quelle citate, il Piano sulla qualità delle prestazioni organizzative e la verifica in capo ai consorzi rispetto a chi deve pagare il contributo. La proposta, quindi, semplifica e introduce elementi di giustizia importanti. Tra questi anche quello dell'introduzione del voto on-line arrivato grazie a un ordine del giorno dello stesso Fattori che l'Aula ha approvato a maggioranza. Un apprezzamento generale è stato espresso da Monica Pecori (gruppo misto/Tpt) che pure ha rilevato qualche perplessità. In particolare sull'Organismo indipendente di valutazione (Oiv) previsto all'articolo 13. La capogruppo si è chiesta se non fosse stato sufficiente "agire all'interno senza gravare ulteriormente sui cittadini". L'Oiv risulta, infatti, composto da soggetti esterni ai consorzi.

 

Ultima modifica il Mercoledì, 05 Dicembre 2018 12:20

Aggiungi commento

Riempi tutti i campi affinchè il tuo commento venga approvato in fase di moderazione. Grazie, la redazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466