Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

I socialisti chiedono tavolo del centrosinistra a Santa Croce. Sorrente: “Deidda ha fatto tutto quello che era necessario?”

Vota questo articolo
(1 Vota)

municipioLa questione è nell'agenda dei socialisti in questi giorni e la discussione sul quesito è interessante: come si posizionerà il partito nelle elezioni amministrative di Santa Croce? Una decisione non è ancora stata presa e il tema è dibattuto tra gli iscritti del partito.

Sulla questione a prendere l'iniziativa e provare a spiegare a che punto è il ragionamento interno al partito è Carlo Sorrente, il segretario provinciale che dice: "Guardo con molto rispetto al candidato sindaco uscente, donna e giovane come è Giulia Deidda, poi è chiaro che si potevano fare molte cose meglio, ma questo è nel merito di un'analisi spietata, che va fatta all'interno di un tavolo del centrosinistra, se c'è un tavolo del centrosinistra. Le questioni vanno analizzate bene: pane la pane e vino al vino, e bisogna dire che si farà in un altro modo. Spero che Deidda guardi con altrettanto rispetto e con grande umiltà gli errori fatti nel governo del territorio e verso gli alleati. Lei ha fatto tutto quello che doveva fare verso gli alleati? Ha fatto tutto quello che serviva al territorio? Ha risolto tutti i problemi? Poi certo se l'alternativa al Pd è la Lega, non mi sembra che i sostenitori di Salvini in provincia di Pisa stiano facendo molto nell'azione amministrativa". Una valutazione quella di Sorrente che parte da un punto fermo "Le condizioni rispetto a 5 anni fa sono cambiate, ora il Pd non può più permettersi di ignorare le altre forze del centrosinistra, certo stiamo lavorando per capire se ci sono le condizioni per portare avanti un percorso con il Pd e con l'arcipelago dei partiti del centrosinistra".
Un commento che arriva dopo che nei giorni scorsi si è riunti il direttivo dei socialisti santacrocesi in previsione della prossime scadenze elettorali, in quell'occasione è stato nominato un gruppo operativo che affronti la campagna elettorale amministrativa di Maggio. Sono stati nominati in questo esecutivo: Fabrizio Calistri, Giancarlo Andreanini, Massimo Fornaciari, Enrico Lazzeroni, Maurizio Marmugi, Paolo Ugolini.
"Nella riunione, - spiegano poi dal Psi - proseguendo nel percorso arduo, ma mai sopito, di autonomia e trasparenza, è stata individuata prioritariamente la necessità di recuperare dalla delusione e dallo scetticismo, quella parte di elettorato, sensibile per senso civico e responsabilità, che si sta allontanando dall'interesse della partecipazione. L'impegno è di mettere in campo una formazione plurale di una comunità solidale per incontrare i cittadini, confrontandosi con le loro opinioni e le loro necessità, coinvolgendoli per ridurre quello spazio lasciato libero al populismo inconcludente, all'aggressione verbale, agli slogan fascinosi di promesse elettorali false e bugiarde".
"In sintesi – continuano gli esponenti del Psi santacrocese - punti cruciali del nostro impegno sono i temi della sicurezza e della paura che oggi impera, i temi della globalizzazione nella rivoluzione tecnologica, del riconoscimento del merito e della qualità nella attività quotidiana, del recupero dell'immagine urbana, avendo come priorità un'efficace manutenzione del bene pubblico ed il mantenimento delle caratteristiche di pregio ambientale, delle risorse del paesaggio collinare e del paesaggio fluviale nel nostro territorio. Tra i nostri temi trova posto – aggiungono i socialisti insistendo sulle questioni programmatiche ⁃ i temi del recupero del tessuto connettivo urbanistico ed ambientale, necessario a una formazione completa di una comunità solidale e produttiva".
Poi dal partito più vecchio del centrosinistra italiano aggiungono cercando di dettare un po' di agenda politica delle prossime settimane: "I socialisti santacrocesi propongono con urgenza la costituzione di un tavolo del centrosinistra aperto a liste civiche, dove si scelgano i candidati migliori e non obbligatoriamente solo quelli del partito più grande, nella consapevolezza che, per arrivare a cento, con novantanove, anche uno fa la differenza. Facciamo appello a tutto il centrosinistra affinché si metta al centro del programma il mondo del lavoro, della residenza integrata nei servizi e nelle opportunità di vita, le partite iva, i piccoli artigiani: quel mondo reale, cioè che costruisce faticosamente giorno per giorno la ricchezza delle nostre comunità e dei territori".

Ultima modifica il Giovedì, 07 Febbraio 2019 20:08

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466