skinterrapisa2019

Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Fucecchio, Lega al mercato si ferma per ricordare le foibe

Vota questo articolo
(2 Voti)

WhatsApp Image 2019-01-23 at 15.04.53Domani mercoledì 13 febbraio, gli attivisti della Lega di Fucecchio saranno ancora al mercato per raccogliere le firme alla petizione sull'innalzamento del limite di velocità dell'autovelox di San Pierino. Ma saranno lì anche per la consueta campagna d'ascolto, con il segretario dell'Empolese Valdelsa Marco Cordone. Diversamente da solito, però, alle 10,30 si fermeranno per un momento di raccoglimento in memoria della tragedia delle foibe e delle sue vittime.

"Saranno gli elettori - ricorda Cordone - a decidere col loro voto chi farà il sindaco a Fucecchio e non l'attuale primo cittadino che dalle dichiarazioni che rilascia sembra abbia una gran paura di perdere le imminenti elezioni amministrative e allo stesso tempo tema una forte crescita della Lega di Matteo Salvini". Cordone e gli altri saranno in piazza XX settembre dalle 8,30 alle 12,30. Nell'occasione, il segretario Cordone e tutto il direttivo locale della Lega chiedono al sindaco di Fucecchio, al capogruppo in consiglio comunale del Pd e al Pd locale di verificare se risponda a verità che un consigliere comunale del Pd abbia cliccato su Facebook un 'mi piace' su un post che recita: 'Non vi fa pena gente che muore in mare... 10 100 1000 foibe' e quali decisioni intendano prendere, qualora il fatto sussista, nei confronti del diretto interessato".

Ultima modifica il Martedì, 12 Febbraio 2019 20:05

Commenti   

 
0 # Alessandro Niccoli 2019-02-12 23:27
Comunicato inappropriato. Questa lega dai comportamenti propagandistici ripresi dal fascismo, nei quali gli italiani sembrano ricadere, dimentica i grandissimi crimini, da questa dittatura feroce commessi, e le sue pulizie etniche; e ora prova a fare propaganda su un grande sbaglio commesso in ritorzione dal tittatore Tito a guerra finita, il quale peraltro ha ucciso molti partigiani. Qual'e' allora l'identità di questi personaggi leghisti? Quali sono le loro proposte: memoria foibe? Direi memoria dei caduti per mano della dittatura fascista, alla quale essi si rifanno, e che invece dimenticano. E la dittatura di Tito, ricordiamo che non è stata mai appoggiata da italiani. Il fascismo, invece si, e il fascismo ha distrutto mezza Europa, ha fatto miliini di vittime e rovinato l'Italia. Quale identità? Quella dell'abbandono dei profughi nelle acque gelide del Mediterraneo, con la cacciata delle navi Ong? Quali programmi, poi? L'autovelox, oltre alle solite ghettizzazioni operate sui titolari di diritti umaniitari, gettati tutti in strada, donne e bambini? Vergogna. Politici senza idenntità costituzionale. ... perché dimenticano il passaggio dopo il fascismo: "la Costituente e la sua civiltà".
 

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466