skintartufesta2019

Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Consulte e bilancio preventivo, CambiaMenti: “Un percorso di partecipazione democratica”

Vota questo articolo
(2 Voti)

dd8bd78d-9572-4986-bada-f6a735a142c4"Abbiamo chiesto al presidente della commissione di organizzare, nei tempi più rapidi possibili, una discussione sulla road map dell'impostazione del bilancio, riservandoci di sottoporre con una nostra mozione alla discussione del Consiglio le nostre proposte su questi punti". Alla vigilia dell'insediamento delle consulte territoriali e dell'avvio del lavoro istruttorio in vista della redazione del bilancio preventivo per il 2020, lo dicono i rappresentanti di Cambiamenti Manola Guazzini, Matteo Squicciarini (consiglieri comunali) e Federico Faraoni presidente del Comitato.

"Due scadenze - dicono - in cui si misurerà la corrispondenza tra intenzioni dichiarate in campagna elettorale e fatti su un tema cruciale, come quello della partecipazione democratica. La partecipazione democratica e in particolare la redazione di un bilancio partecipato erano anche punti prioritari del programma elettorale della lista CambiaMenti e proprio perché intendiamo perciò sottoporre ad una verifica priva di pregiudizi l'attuazione di questi impegni". 
Secondo Cambiamenti, "Venire alle riunioni di insediamento delle consulte territoriali senza soluzioni predeterminate per la coordinatore, consentire che siano le consulte stesse, senza meccaniche riproduzioni degli schieramenti di maggioranza e opposizione, a darsi un loro assetto, sarebbe un segnale importante. Significherebbe che non si intende continuare a usare questi organismi, come si è fatto in larga misura negli scorsi mandati amministrativi, come pure e semplici casse di risonanza e organi di ratifica delle scelte del Comune, ma si accetta la possibilità che essi diventino strumenti di partecipazione vera e abbiano anche la possibilità di entrare in un rapporto di dialettica con l'Amministrazione.
Per quanto riguarda il lavoro di impostazione del Bilancio Preventivo 2020, se il sindaco Giglioli intende dare seguito agli impegni assunti in campagna elettorale di fare di questa scadenza un'occasione di avvio di un percorso partecipativo non solamente formale, occorre che si creino condizioni precise.
In primo luogo occorre organizzare in tempi utili una discussione in consiglio comunale su alcune questioni strategiche di fondo come la gestione del personale e della pianta organica e l'alternativa se puntare a un incremento delle esternalizzazioni o riportare gradualmente all'interno della macchina comunale funzioni strategiche e il controllo delle opere pubbliche,  le scelte relative a enti, organismi, società partecipate e una programmazione pluriennale delle opere pubbliche e della manutenzione in settori come la sicurezza idrogeologica, le scuole, la rete viaria. In questo ambito sarebbe anche utile procedere alla presentazione e alla discussione in Consiglio delle relazioni degli assessori sui settori a loro delegati.
In seconda battuta si deve precisare con quali procedure e in quali forme si intende dare la possibilità ai gruppi consiliari di proporre interventi di bilancio e si deve organizzare la fase delle consultazioni nei territori in modo che essa non si riduca ad una pura ratifica ma possa anche chiamare le consulte a esprimersi su qualche concreta alternativa di spesa. In questo senso, anche per favorire la massima partecipazione di tutta la cittadinanza, è necessario che le consulte si svolgano in luoghi pubblici e neutrali e a riguardo appare quanto meno discutibile, in termini di opportunità la scelta di convocare i cittadini nella sede delle associazioni anche ove vi sono luoghi pubblici disponibili".

Ultima modifica il Martedì, 17 Settembre 2019 13:27

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466