skinterrapisa2019

Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

810255e7-fb4c-4301-a5e2-7cb800c5a2fdL'ufficio postale mobile è arrivato a Montecalvoli di Santa Maria a Monte. E, in piazza dell'Olocausto, resterà fino a mercoledì 20 febbraio. Dal 21, poi, l'ufficio postale sarà rinnovato e pronto a riaccogliere i clienti.

Pubblicato in Santa Maria a Monte

poste ufficioSi sono appostati, hanno aspettato e quando l'impiegato è sceso con il sacco dei contanti, hanno agito. Sarebbe andata così, secondo una prima ricostruzione, la rapina alle Poste che oggi 22 marzo ha tenuto sotto scacco Tirrenia. Circa 50mila euro il bottino stimato, possibile per il fatto che l'impiegata stava caricando lo sportello postamat. I banditi, secondo le testimonianze, sarebbero stati almeno tre. 

Pubblicato in Dalla provincia
Giovedì, 08 Febbraio 2018 11:56

Malore alla Posta, portato in ospedale

4176532c-59ec-4aed-97d4-6dbe93fdb2b0Era in fila, in paziente attesa del suo turno. Quando, d'improvviso, addetti e avventori dell'ufficio postale di Ponte a Egola hanno visto l'uomo, 74 anni, accasciarsi a terra. E' successo nella mattina di oggi 8 febbraio. Immediati i soccorsi. I sanitari hanno prima stabilizzato l'uomo, poi lo hanno accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale di Empoli. 

Pubblicato in Cronaca

poste ufficioHa ricevuto 100 euro ed è andato a depositarle alla Posta. Solo che la banconota era falsa. I carabinieri della compagnia di Empoli, a seguito di attività investigativa, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Firenze per il reato di spendita di monete falsificate un 39enne nigeriano. L'uomo, lo scorso 31 marzo, ha provato a depositare la banconota sul proprio conto all'ufficio postale di Castelfiorentino. La banconota, però, è risultata contraffatta ed è stata sequestrata dai militari intervenuti su richiesta di un impiegato. La banconota è stata inviata alla Banca d'Italia per ulteriori accertamenti.

Pubblicato in Dalla provincia

carabinieri pattugliaCi sono due indagati per la tentata rapina all'ufficio postale di San Miniato Basso. Si tratta di un uomo e di una donna, 42 anni lui e 35 lei, entrambi residenti nel territorio comunale di San Miniato ma non conviventi. I due sono accusati di essere gli artefici del maldestro blitz tentato lo scorso 13 marzo, poco prima della chiusura dell'ufficio postale, quando due persone si erano presentate con il volto coperto intimando gli impiegati di aprire la porta che li separa dal pubblico, minacciandoli anche con una pistola probabilmente giocattolo (leggi qui Entrano alla Posta armati di pistola, tentata rapina).

Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 10 Novembre 2016 12:17

La Scala, riaperta la Posta

aa54d560-b49a-4305-a19a-3e7ccb35c1beDopo i lavori necessari, da ieri 9 novembre è regolarmente aperto l'ufficio postale de La Scala a San Miniato.

Pubblicato in San Miniato

4 PAlcune modifiche alla viabilità e un nuovo ufficio postale. C'è questo tra le richieste uscite da un'assemblea pubblica organizzata al circolo Arci L'Avana di Ponticelli.

Pubblicato in Santa Maria a Monte

chiesa san francescoSanminiatese doc, moglie di Vittorio Gori, aveva lavorato per tanti anni come dipendente dell'ufficio postale di Fucecchio.

Pubblicato in San Miniato

IMG-20151010-WA0017Tentato furto, nella notte, all'ufficio postale di San Romano. I malviventi prima hanno cercato di aprire la porta esterna vicina al bancomat, con il solo risultato di rompere la maniglia.

Pubblicato in Cronaca
Martedì, 08 Settembre 2015 17:17

San Miniato diffida Poste, ma Corazzano è chiuso

corazzanoMarti ha già ottenuto la sospensiva. Per Corazzano, invece, la pratica è in mano al legale Gabriele Melani del foro di Firenze, che presenterà, entro la scadenza del 29 settembre prossimo, ricorso depositando i motivi aggiunti. Poi, il Tar dovrà decidere sulla chiusura dell'ufficio postale nel comune di San Miniato, come su tanti altri di tutta la Toscana e come ha già fatto per alcuni, come quello nel comune di Montopoli.

Pubblicato in San Miniato
Pagina 1 di 2

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466