SkinaquarnoCORRETTA

Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-
tartufaio“La libera ricerca dovrà rimanere l’architrave di ogni normativa che voglia regolamentare la ricerca del tartufo e le associazioni dei tartufai dovranno essere premiate nell’assegnazione delle risorse da parte della Regione Toscana”. E' l'impegno di Simone Giglioli, candidato sindaco per il centrosinistra a San Miniato in occasione dell'incontro avvenuto nei giorni scorsi con l’Associazione tartufai delle colline sanminiatesi e con le aziende che commercializzano il tartufo.
Pubblicato in Politica

Comitato Ponte a Egola 3Cacciatori, agricoltori e tartufai. Riuniti attorno a "un grande tavolo verde che tenga sotto controllo costante, in collaborazione con l'amministrazione comunale, il nostro territorio al fine di tutelare l'ambiente e tenere in equilibrio l'ecosistema". La proposta è di Simone Giglioli, candidato per il Centrosinistra a San Miniato, lanciata dal convegno che dell'Arcicaccia (Iniziativa Arcicaccia, Arct e Federcaccia: “Stumentalizzazione”).

Pubblicato in Politica

48ac5e48-4bc0-4a43-89bb-34b8440eed17È una piccola rivoluzione quella che la Finanziaria 2019 ha portato al mondo del tartufo. Una rivoluzione prima di tutto fiscale, in un settore che fino ad oggi è sfuggito ad ogni ipotesi di tracciabilità e, di conseguenza, anche ad ogni tentativo di difesa del made in Italy. La novità sta nell'introduzione di una "no tax area" legata all'occasionalità della ricerca: una sorta di franchigia fissata entro un limite di 7mila euro l'anno, sotto al quale ogni cercatore di tartufo è tenuto a versare allo Stato solo un'imposta forfettaria di 100 euro, ai quali si aggiungono i vecchi 90 euro per il tesserino. In questo modo, ogni commerciante o ristoratore che acquista tartufo, può emettere un'autofattura che rappresenta a tutti gli effetti un documento di tracciabilità.

Pubblicato in San Miniato
Venerdì, 08 Marzo 2019 18:04

Tartufo, a Cigoli è già marzuolo

7cf08405-fcaf-4793-bf46-2ab2d0a4efcf"Il tartufo non è solo da mangiare. Il tartufo è prima di tutto cultura. A San Miniato abbiamo tutti i tipi di tartufo: bianco di novembre, nero d'estate e poi c'è anche quello di primavera". Quando a Cigoli fiorisce il marzuolo. In occasione della presentazione dell'edizione numero 21 della mostra mercato del marzuolo di Cigoli, lo ha voluto ricordare l'assessore al turismo di San Miniato Giacomo Gozzini.

Pubblicato in San Miniato

tartufaioTartufo: nuove regole, nuove opportunità. Questo il tema di un convegno che sarà a San Miniato il 9 marzo. A partire dalle 10,30,  in sala del Bastione interverranno il presidente di Uratt Andrea Acciai (Unione regionale delle associazioni dei tartufai toscani) e Fabio Cerretano, neo presidente della Fnati (Federazione nazionale delle associazioni dei tartufai italiani).

Pubblicato in San Miniato
Martedì, 15 Gennaio 2019 18:45

Tartufo, in Toscana 47 sanzioni e una denuncia

tartufiSono 47 i tartufai toscani finiti nelle maglie della giustizia tra il mese di settembre e la fine del 2018 perché trovati dai carabinieri forestali a caccia di funghi pregiati (il tartufo è un fungo ipogeo, e non un tubero) sprovvisti dei requisiti di legge.

Pubblicato in Dalla provincia

tartufo biancoQualcuno le chiama “mancette” altri invece esultano per i micro provvedimenti inseriti nella manovra di bilancio 2019 approvata e controfirmata pochi giorni fa dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Sono piccoli dettagli che passano inosservati sulla scena nazionale, ma sono importanti per alcuni settori, come quello del tartufo, ad esempio. L’Iva sul pregiato fungo ipogeo dimezza, passando dal 10 al 5 per cento con l’intento di rendere più competitivi i prodotti del made in Italy. In altri Paesi, infatti, l’Iva sul tartufo era già equiparata agli altri prodotti agricoli, incentivando così l’export e disincentivando il mercato nero, che fino ad ora in Italia la fa da padrone. Secondo i sostenitori della manovra – tartufai e commercianti – in questo modo chi lavora con il tartufo ha interesse nel dichiarare quello che guadagna. Secondo altri, l’equiparazione del fungo ai beni di prima necessità è un insulto per chi non può permettersi certi prodotti che rientrano nella categoria di lusso.

Pubblicato in San Miniato

7693cbde-e31b-4dfa-ba73-f44a0533a2c3"Ho spostato il cane, ho iniziato a scavare e mi sono fermato. Ho acceso una sigaretta e poi ho ricominciato a scavare". Un gesto semplice e normale per tanti fumatori, ma che spiega meglio di complicate parole la profonda e piacevolissima sensazione che si prova a scavare un tartufo. Diversamente che altrove, qui le dimensione contano eccome e la sigaretta-"ricompensa" è la ciliegina sulla piacevole torta. Non si può spiegare con la scienza, però, l'emozione che Mauro Del Greco ha provato scavando quel tartufo. Di 2 chili e 10 grammi, anche se manca la foto sulla bilancia che sarebbe l'ufficializzazione del primato: quel fungo cresciuto sotto terra è il tartufo bianco più grosso scavato in questo secolo (Tartufo da 2 chili sulle colline di San Miniato). Il secondo a San Miniato, anche se neppure di quello scavato dal Bego restano le foto. 

Pubblicato in San Miniato

mauro del greco mega tartufoNeppure il tempo di terminare i festeggiamenti per Fabio Pagni e il suo tartufo da più di mezzo chilo (Tartufo d'oro: ecco tutti i premiati a S. Miniato), che dalla terra delle colline sanminiatesi esce un tartufo che, più che una pepita d'oro, sembra una palla di cannone. Pesa 2 chili e 10 grammi il fungo sotterraneo di Mauro del Greco, uno dei pochi in Italia a essere tartufaio di professione. Una bomba, quella annusata dal lagotto Enea, che ha rischiato di rubare il primato del "Bego" Arturo Gallerini e di Parigi, ai quali quest'anno la 48esima mostra mercato del tartufo bianco di San Miniato e Terre di Presepi hanno dedicato una "figurina" (Il tartufaio nel presepe, il fine settimana a San Miniato).

Pubblicato in San Miniato

IMG 9283È di Fabio Pagni il tartufo più grosso della stagione: ben 543 grammi. E’ a lui che tocca il primo premio del concorso Tartufo d'oro che sono stati consegnati oggi pomeriggio (25 novembre) a San Miniato. 

Pubblicato in San Miniato
Pagina 1 di 18

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466