Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

0ebd64f4-b76d-4c7b-8285-bc641afb2964Sono ancora pochi e non proprio grandi. D'altra parte, la regola è che più la scatola è piccola e più la sorpresa è grossa, se quando la apri ci trovi un gioiello. L'oro delle colline samminiatesi, il tartufo bianco, è stato impiattato per la prima volta ieri 13 settembre, a un paio di giorni dall'apertura della stagione della raccolta, per presentare la stagione delle mostre e sagre. "Ho girato tanto l'Italia del tartufo - ha detto il presidente di San Miniato Promozione Delio Fiordispina - ma nessuno ha, come San Miniato, così tanti eventi. Ogni città ha la sua fiera o mostra mercato, ma una. Invece noi no e la nostra è una peculiarità importante perché possiamo offrire 2 mesi di feste del tartufo". 

Pubblicato in San Miniato

tartufo bianco 1Durerà 3 fine settimana, come da vecchia formula e come la scorsa edizione. La Mostra mercato del tartufo bianco di San Miniato è a novembre, ma inizia già a presentarsi. Molti i luoghi nei quali Comune e Fondazione San Miniato promozione faranno tappa prima del taglio del nastro, uno dei quali sarà il Parlamento europeo.

Pubblicato in San Miniato

tartufi"Con la modifica che abbiamo appena approvato tornerà ai territori il 90% delle risorse introitate dalla Regione per i tesserini, anziché il 60% come finora". Lo dicono i consiglieri regionali del Pd Andrea Pieroni e Antonio Mazzeo dopo il voto del consiglio regionale che ha approvato a maggioranza la modifica alla legge regionale 50 che regola raccolta, commercio e coltivazione dei tartufi in Toscana. La proposta di modifica, presentata dai consiglieri del Partito Democratico, riguarda la sostituzione dell'articolo 25 ed, in particolare, la possibilità di recuperare l'erogazione diretta dei contributi anche alle associazioni dei raccoglitori e di estendere all'intero territorio regionale l'ambito di realizzazione dei progetti sostenuti dai proventi del tesserino di abilitazione (qui Tartufi, i soldi dei tesserini ai comuni toscani). "Un gran bel passo avanti - dicono Mazzeo e Pieroni -, che supera una fase di incertezza e definisce procedure aperte e trasparenti per accedere ai contributi".

Pubblicato in Dalla provincia

tartufidovefm"I proventi del pagamento degli importi per l'abilitazione alla ricerca e alla raccolta dei tartufi restino sul territorio e almeno il 90 per cento di quei proventi sia destinato al sostegno di attività e progetti in quei luoghi". È stata licenziata a maggioranza la proposta di legge che modifica l'articolo sulle disposizioni finanziarie delle Norme per la raccolta, coltivazione, commercio di tartufi freschi e conservati destinati al consumo e per la tutela e la valorizzazione degli ecosistemi tartufogeni. L'atto, in consiglio regionale, ha ricevuto il sì di Pd e M5S e l'astensione della Lega nord.

 

Pubblicato in Dalla provincia

notte nera san miniatoUn evento unico nel suo genere, capace di unire l'enogastronomia del territorio col teatro di strada tradizionale, il tutto racchiuso nella meravigliosa e accogliente cornice della città storica di San Miniato, allestita per l'occasione e trasformata da luci, colori, suoni e tanto altro: ecco la Notte Nera edizione 2017.

Pubblicato in San Miniato

foto2Sarà l'occasione per cominciare ad assaporare l'aria dell'estate, in una serata che unirà musica, danza ed enogastronomia nella cornice suggestiva di una città vestita di luci e di colori. San Miniato si prepara ad ospitare la sesta edizione della Notte Nera, l'evento dedicato al tartufo nero di stagione, in programma sabato 10 giugno. Ospite di punta di questa edizione sarà lo chef santacrocese Simone Rugiati, volto noto della tv, che arriverà a San Miniato in vista di un prossimo progetto imprenditoriale che riguarderà proprio la città della Rocca.

Pubblicato in San Miniato

nottenera sanminiato283Mini eventi nei negozi, allestimenti ad hoc per la serata, inviti diretti ai propri clienti, tutto coordinato con la direzione artistica della Galasso Eventi. Musica, danza, gusto e shopping sono i temi della Notte Nera 2017 a San Miniato. "Risolta - ci tiene a precisare Confcommercio - definitivamente la questione del contributo economico, che potrà essere versato su base volontaria". La serata è organizzata in collaborazione con il comune di San Miniato e San Miniato Promozione, con l'indispensabile collaborazione dei commercianti. 

 

Pubblicato in Cultura e Spettacoli

andrea pieroniAl momento il gruppo del Pd in consiglio regionale starebbe lavorando alla creazione di uno strumento per sostenere con risorse ad hoc le associazioni di tartufai e tutelre gli ecosistemi tartufigeni. Ad annunciarlo nel rispondere al consigliere della lega Salvini sulla richiesta di istituzione dei distretti rurali del tartufo è il consiglerie Pd Andrea Pieroni in aula.

Pubblicato in Politica

88661248-7c1f-4d75-9116-901dd9bc7d1cC'è il tartufo, quello Marzuolo. Ci sono la storia e la cultura, quelle grandi della piccola Cigoli. Poi c'è anche l'arte che, quest'anno, s'è portata dietro un importante messaggio sociale: basta violenza sulle donne, basta donne vittime. Per fare un bilancio dell'edizione 2017 della mostra mercato del tartufo marzuolo di Cigoli (qui Marzuolo a Cigoli, non solo tartufo: accoglie il femminicidio), gli organizzatori, gli artisti, lo staff e tutto il borgo si sono ritrovati a tavola.

Pubblicato in San Miniato

20160302102856La candidatura è stata ufficializzata oggi 27 marzo. Con voto unanime della commissione, La cultura del tartufo è candidata per l'Italia 2018 a patrimonio immateriale Unesco, con valutazione nell'anno successivo, il 2019.

Pubblicato in San Miniato

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466