SkinaquarnoCORRETTA

Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

CARABINIERI 1Armati di picconi hanno sfondato la vetrata di una villa sulle colline sanminiatesi nella zona di Corniano. I malviventi hanno approfittato dell'assenza dei proprietari e intorno alle 20 di giovedì scorso, 12 febbraio, si sono introdotti all'interno dell'abitazione manomettendo il sistema di allarme. Indisturbati hanno cercato oro e gioielli a dare l'allarme sono stati i proprietari di casa quando sono tornati. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, ma al momento non si conosce l'ammontare della refurtiva.

 

Lunedì, 16 Febbraio 2015 16:43
Pubblicato in Cronaca
Leggi tutto 0

polizia volante 3E' stata una storia con parziale lieto fine quella che hanno dovuto affrontare nella serata di domenica i poliziotti della squadra volante quando. Tutto è cominciato quando verso le 20. Si è presentato presso la Questura un giovane ragazzo accompagnato dai genitori.

Lunedì, 16 Febbraio 2015 16:28
Pubblicato in Cronaca
Leggi tutto 0

polferAveva approfittato della distrazione di una viaggiatrice per portarle via il portafogli dalla borsa, poi si era dileguato sul convoglio che viaggiava tra Firenze e Livorno, sperando di farla franca. Ma purtroppo per lui le telecamere di video sorveglianza del treno l'hanno incastrato.

Lunedì, 16 Febbraio 2015 14:29
Pubblicato in Cronaca
Leggi tutto 0

CARABINIERI 1Ha fatto firmare un contratto a una signora di 95 anni che non sapeva cosa stesse firmando. Per questo, un venditore di una società che stipula contratti di libero mercato per una società elettrica, è stato denunciato dai carabinieri di Pisa per truffa. Nei guai, è finito un 23enne di Pesaro. Ad avvisare i carabinieri, oltre alla famiglia della donna, anche i residenti del quartiere, infastiditi dall'insistenza del gruppo di venditori. Nella querela, la signora ha confessato di aver firmato perché il 23enne le ha detto che serviva solo a dimostrare ai suoi capi che era stato in zona. In realtà quello firmato era un vero contratto e i carabinieri hanno trovato anche un formulario sulle frasi da dire per riuscire a entrare in casa e cosa rispondere ad eventuali domande dei potenziali clienti.

Venerdì, 13 Febbraio 2015 16:54
Pubblicato in Cronaca
Leggi tutto 0

Condanna a due anni (pena sospesa) per Tiziana Picchi. L'attuale segretario comunale di Pontedera, all'epoca dei fatti delle ex officine della Latta, svolgeva la stessa mansione a Lucca. Medesima condanna per l'allora assessore di Lucca Marco Chiari: il collegio giudicante li ha ritenuti colpevoli, stamane, del reato di falso.
La vicenda è quella del complesso lungo viale Giusti, a Lucca. La giunta dell'allora amministrazione Favilla, era il 2011, decise di rinunciare al diritto di usufrutto del parcheggio nell'ex Safill, ottenuto in base alla convenzione siglata con la proprietà nel 2004.
Proprio con quella delibera, quindi, la giunta decise di rinunciare al diritto e vendere i posti auto a un prezzo che la Procura ha ritenuto essere di favore. Una delibera, quella della giunta, secondo il Pm caldamente sostenuta da Chiari, che nello stabile avrebbe messo il suo studio con un affitto di favore. Non secondo il collegio giudicante, invece, che ha fatto cadere tale accusa. La condanna deriva, invece, dal fatto che Chiari ha affermato di non essere stato presente a quella votazione di giunta e assente risulta nel verbale di seduta redatto da Picchi. Ma la versione non ha evidentemente convinto i giudici, che li hanno ritenuti responsabili di aver commesso un falso in atto pubblico.
Decaduto il reato di corruzione, sono quindi stati assolti dal collegio tutti gli altri imputati: Umberto Pera, Alberto Baraldi, Massimiliano Volpi, Fabio Giorgetti e la Safill a titolo societario.

Lunedì, 09 Febbraio 2015 16:41
Pubblicato in Cronaca
Leggi tutto 0

bussola discoteca versiliaDopo il caso di mengite scoperto a Cascina, continua la profilassi e il campo d'indagine si allarga. Tra i luoghi di recente frequentati dallo studente 17enne che si trova ancora in ospedale, oltre all'istituto Pesenti che frequenta, c'è la discoteca Yab di Firenze. Il ragazzo è stato lì la sera di sabato 31 gennaio, fra la mezzanotte e le 4 del mattino. Chi era nel locale alla stessa ora dello stesso giorno, deve rivolgersi a un medico per la profilassi. Per ulteriori informazioni si può chiamare l'ufficio malattie infettive del servizio di igiene e sanità pubblica (al mattino) ai numeri 055-6933753, 055-6933765, 055-6933555 oppure il numero di reperibilità medica 329-6507714.

Lunedì, 09 Febbraio 2015 13:12
Pubblicato in Cronaca
Leggi tutto 0

cani antidrogaPrevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti a scuola. Per questo, al villaggio scolastico di Pontedera, è arrivato personale del commissariato di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Municipale, insieme a tre unità cinofile specializzate antidroga della Guardia di Finanza e dei caranìbinieri di Pisa.
Alcuni studenti sono stati controllati all'interno delle classi: in una classe quinta, una studentessa maggiorenne di Bientina è stata trovata in possesso di una dose di hashish in una canna già pronta.
Altri i due studenti minorenni, uno di Castelfranco di Sotto e l'altro di Capannoli, sono stati trovati in possesso di hashish. Per tutti e tre è stata effettuata una perquisizione domiciliare: in una delle due case sono state trovate dosi di marijuana. I tre ragazzi sono stati segnalati alla Prefettura di Pisa quali assuntori di sostanze stupefacenti mentre sono in valutazione gli altri risvolti penali della vicenda.

Sabato, 07 Febbraio 2015 16:23
Pubblicato in Cronaca
Leggi tutto 0

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466