skintartufesta2019

Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Incendio Waste, l'area da campionare secondo Arpat

Vota questo articolo
(0 Voti)

WhatsApp Image 2016-09-10 at 11.05.23Arpat sta valutando la possibilità di effettuare alcuni campionamenti limitatamente alla zona individuata dall'analisi meteorologica, un'area di circa 600 metri attorno a quella da dove sabato si è levata una nube di fumo tra Santa Croce sull'Arno e Castelfranco di Sotto (leggi qui Incendio in un capannone Waste, "non mangiare frutta e verdura"). Valutazioni di carattere sanitario, invece, potranno essere rilasciate dalla competente Asl.

L'incendio che si è sviluppato all'interno di un capannone dello stabilimento Waste Recycling, al confine tra Castelfranco di Sotto e Santa Croce Sull'Arno, secondo Arpat, "ha avuto origine dai rifiuti (miscellanea eterogenea codice CER 191211* non classificata infiammabile) grossolaneamente triturati in attesa di conferimento ad altro impianto. La combustione ha riguardato una parte di tale materiale, quantificabile in circa 10 metri cubi. Il rogo è stato domato, rapidamente, dai vigili del fuoco e infatti è stato di breve durata (meno di un'ora).mappa
Valutando questi due aspetti, durata e quantità di materiale bruciato, l'evento si può considerare decisamente contenuto.
Dall'esame dei dati meteo della mattina in questione - a cura del Settore Modellistica previsionale - è stato possibile delimitare la zona più probabilmente interessata dalla ricaduta di sostanze rilasciate in atmosfera, che ha al massimo un raggio stimato in 600 metri dal punto dell'incendio". Proprio entro quell'area, Arpat deciderà se effettuare o no altri campionamenti.

Ultima modifica il Mercoledì, 14 Settembre 2016 13:04

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466