Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Omicidio-suicidio, autopsia sul corpo di Elisa

Vota questo articolo
(1 Vota)

Schermata 05-2458266 alle 17.04.43La procura di Pisa cerca risposte sulla morte di Elisa Amato, la trentenne uccisa dall'ex fidanzato, il calciatore del Tuttocuoio Federico Zini che poi si è tolto a sua volta la vita dopo averla incontrata sotto casa (Articolo e foto). Sarà infatti affidato domani (28 maggio) l'incarico al medico legale per effettuare l'autopsia sul corpo di Elisa.

L'esame autoptico servirà a definire modalità e orari dell'omicidio-suicidio e potrebbe essere effettuato già domani o comunque nei primi giorni della settimana. E' inoltre molto probabile che venga fatta l'autopsia anche sul corpo di Federico Zini, l'omicida-suicida, per ricavare anche da questo tipo di accertamenti più informazioni possibili.
L'intenzione degli inquirenti appare dunque quella di andare a fondo alla tragedia e ricostruirne le terribili fasi, dall'incontro a Prato sotto la casa di lei, alla sua uccisione fino all'estremo gesto di Zini. Un gesto che, stando agli investigatori, potrebbe essere stato premeditato da alcune settimane dal giovane, che non riusciva ad accettare a fine della sua storia con Elisa.
n attesa delle risposte che fornirà l'autopsia si fa più chiara la dinamica del delitto. E’ una pistola di fabbricazione
ceca calibro 9x21 l'arma con cui Federico ha sparato contro la ex fidanzata. Secondo i carabinieri di Pisa, Zini avrebbe sparato almeno quattro colpi, forse cinque, con quell'arma ritrovata all'interno dell'auto: esami tecnici e autopsia saranno più precisi su questo punto. Il serbatoio della pistola può contenere almeno 12 colpi. Inoltre, da accertamenti investigativi risulta che Zini avrebbe imparato a usare la pistola in un poligono per il tiro a segno sportivo e la famiglia era al corrente di questa attività del figlio.
Si scava anche nei telefoni dei due ex fidanzati. Gli inquirenti avrebbe infatti intenzione di prendere in esame i loro cellulari e verificare il traffico di chiamate e sms, per rendere più chiari i contorni della vicenda.

 

Ultima modifica il Domenica, 27 Maggio 2018 17:41

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466