Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Tartufai irregolari, elevate sanzioni per 1000 euro

Vota questo articolo
(0 Voti)
tartufaioAndavano in cerca del tartufo bianco prima del suo tempo e lo facevano danneggiando la tartufaia. In questo modo, alcuni tartufai prelevavano il prezioso fungo ipogeo ancora immaturo, per allenare i cuccioli di cane nella ricerca del tubero. Quest’attività dannosa per l’ecosistema, ma anche per il mercato, è stata sanzionata dai militari della stazione dei carabinieri della forestale di Tavernelle in Val di Pesa dopo accertamenti anche notturni, sottoponendo a controllo circa 15 persone ed elevando sanzioni per circa mille euro complessivamente.
I controlli sono avvenuti nella zona del tartufo bianco delle colline sanminiatesi (Certaldo, Barberino Val d’Elsa, Montespertoli) e i soggetti che sono stati sottoposti ad accertamenti erano quasi tutti cercatori di tartufo.
Questa pratica irregolare, che prevede il sequestro amministrativo del prodotto immaturo e una sanzione aggiuntiva di 100 euro per ogni tartufo prelevato, danneggia l’intero mercato del tartufo bianco perché viene messo in vendita in questa fase ancora prematura e ne determina l’abbassamento del prezzo di mercato. Il tartufo bianco immaturo, detto “marcia”, si presenta molle e per questo viene messo subito sul mercato sigillato o invasettato per evitare che marcisca.
Ultima modifica il Lunedì, 29 Luglio 2019 18:11

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
http://www.comune.santamariaamonte.pi.it/news.php?id=3169
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466