Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

48ac5e48-4bc0-4a43-89bb-34b8440eed17È una piccola rivoluzione quella che la Finanziaria 2019 ha portato al mondo del tartufo. Una rivoluzione prima di tutto fiscale, in un settore che fino ad oggi è sfuggito ad ogni ipotesi di tracciabilità e, di conseguenza, anche ad ogni tentativo di difesa del made in Italy. La novità sta nell'introduzione di una "no tax area" legata all'occasionalità della ricerca: una sorta di franchigia fissata entro un limite di 7mila euro l'anno, sotto al quale ogni cercatore di tartufo è tenuto a versare allo Stato solo un'imposta forfettaria di 100 euro, ai quali si aggiungono i vecchi 90 euro per il tesserino. In questo modo, ogni commerciante o ristoratore che acquista tartufo, può emettere un'autofattura che rappresenta a tutti gli effetti un documento di tracciabilità.

Pubblicato in San Miniato

eurosFisco, tante le novità con l'inizio dell'anno 2019. Senza dubbio la novità più importante è l'entrata in vigore della fattura elettronica. Tutte le partite Iva dovranno emettere fatture elettroniche da gennaio. Esclusi i contribuenti forfettari, le farmacie e gli operatori sanitari, alcuni agricoltori e le associazioni sportive dilettantistiche. Prevista una moratoria sulla sanzione per l'invio ritardato.
Grande attesa per la flat tax. Non arriva per tutti, ma solo per le partite Iva che possono aderire ad un regime forfettario del 15 per cento fino a 65mila euro e, dal 2020, del 20 per cento sulla quota fino a 100mila euro.

Pubblicato in in Azienda

Graziano-TuriniLe imprese della provincia di Pisa dovranno aspettare fino al 10 agosto, mentre quelle dell'area fiorentina addirittura fino al 9 settembre. Tanto dovranno attendere gli imprenditori prima di poter fatturare per se stessi e per le proprie aziende. Fino ad allora, infatti, tutto il lavoro servirà a sopperire al fisco del 2017. Lo dicono i dati sull'Osservatorio regionale della Cna, che calcola il peso della tassazione di quest'anno sulle piccole e medie imprese al 61,2%, lo 0,3 in più rispetto allo scorso anno.

Pubblicato in in Azienda

Alessio Spinelli

Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, recita un proverbio. Mi pare che questo calzi alla perfezione per Simone Testai che insiste in una polemica pretestuosa”. Sono queste le parole con le quali il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli ribatte, sul tema dei crediti e della "rottamazione" fiscale, al capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale Simone Testai.

Pubblicato in Politica

guardia-di-finanzaUn giro di false fatturazioni che potevano contare, secondo le indagini della Guardia di Finanza di Livorno, sui servizi di un commercialista con uno studio a Pontedera. Gli uomini delle Fiamme gialle, con il coordinamento del comando regionale Toscana e di funzionari dell'Agenzia delle Dogane labronica, hanno eseguito l'ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari nei confronti di due imprenditori livornesi e di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti di altre due persone (sempre residenti a Livorno), per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di una complessa frode fiscale. Eseguite anche 15 perquisizioni tra abitazioni, sedi societarie e lo studio commercialistico tra Toscana, Trentino Alto Adige, Campania ed Emilia Romagna. Disposto, inoltre, il sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente per oltre 4 milioni di euro su conti correnti, denaro, autovetture e immobili nella disponibilità di 6 imprese (2 ditte individuali e 4 società) e di 7 degli 8 indagati, a vario titolo coinvolti nel sodalizio criminale e denunciati, a vario titolo, per reati tributari.

Pubblicato in Dalla provincia

A Firenze, nel 2016, la pressione fiscale complessiva sulle piccole imprese nel 2016 sarà del 68,5%, facendo della città il quarto posto più caro in Italia con Catania.  E' quanto risulta dal rapporto 2016 dell'osservatorio Cna sulla tassazione della piccola impresa, effettuato sui 124 comuni capoluoo di provincia e regione. Il peso complessivo del fisco, il Total Tax Rate, sulle piccole imprese e sugli artigiani nel 2016 salirà al 61% (+0,1% rispetto al 2015).

Pubblicato in Fucecchio
Lunedì, 16 Marzo 2015 13:53

Entrate, "Mai stati a casa dell'operaio"

"Mai stati a casa dell'operaio di San Miniato o a casa di altri contribuenti". Lo fa sapere l'Agenzia delle Entrate, replicando alla storia dell'operaio che ha raccontato di aver avuto un'ispezione per aver fatto due viaggi nello stesso anno e al deputato Pd Gelli, che aveva chiesto di rivedere il sistema Fisco (Gelli (Pd): "Il sistema Fisco è da rivedere").

federico gelliA San Miniato, in provincia di Pisa, un operaio è finito nel mirino del fisco perché si è permesso il lusso di pagarsi due crociere in un anno (leggi qui) . Ecco il commento del deputato Federico Gelli alla notizia appresa questa mattina dai quotidiani locali.

Pubblicato in Politica

agenziadelleentrateVa in crociera due volte nello stesso anno e finisce sul libro nero del Fisco. E' successo ad un operaio conciario del Comprensorio del Cuoio, una terra ricca in tempi di vacche grasse, e quando le cose andavano bene anche un operaio poteva permettersi un certo tenore di vita.

Pubblicato in Cronaca

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466