Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Tnt, salvi tutti i posti di lavoro

Vota questo articolo
(0 Voti)

tnteSi è svolto ieri (5 agosto) l'incontro convocato dal ministero del lavoro per la procedura di mobilità aperta dall'azienda Tnt Global Express il 23 giugno a seguito del mancato accordo in sede di associazione datoriale. La vertenza, dopo le mobilitazioni delle scorse settimane (tra cui quella dei lavoratori dei punti di Calenzano, Pisa e Empoli: forte nella vertenza il contributo dalla Toscana, che conta circa 500 lavoratori per Tnt tra diretti e indiretti), si è conclusa con l'accordo ministeriale che prevede la concessione della cassa integrazione in deroga che inizierà l' Settembre per quattro mesi, fino al 31 dicembre e interesserà nel complesso per via della rotazione 639 lavoratori. Gli esuberi dichiarati inizialmente dall'azienda di 239 unità si sono quindi ridotti a 223. Prevista poi la mobilità con l'unico ed esclusivo criterio della non opposizione, ovvero volontaria ed incentivata, anche per i lavoratori fuori dal perimetro e la ricollocazione dei lavoratori e l'outplacement per coloro che volontariamente usciranno.

Inoltre è stato siglato un accordo a latere fra sindacati e azienda per la gestione di questa fase che prevede la disponibilità di posti per la ricollocazione pari a 50 unità lavorative di cui 41 part-time, oltre ad altre attività che saranno individuate con il confronto territoriale/filiale con sindacati e Rsa; le indennità per chi si trasferisce volontariamente e/o trasforma il rapporto di lavoro da full time a part-time e gli incentivi economici per esodo volontario.
Le segreterie nazionali e regionali di categoria (Cgil, Cisl, Uil) e la delegazione sindacale ritengono "che l'accordo salvaguardi il lavoro e i lavoratori, infatti nessun licenziamento verrà effettuato e, fra l'altro, in una fase molto delicata dell'Azienda, dovuta al processo di acquisizione da parte di Fedex. Si è affermato con la conclusione positiva della vertenza il ruolo centrale della contrattazione sindacale che ha contrastato un approccio aziendale poco consono alle normali relazioni industriali".

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Mercato

An error occured during parsing XML data. Please try again.
Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466