Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

mostra tartufoTracciare il tartufo, garantendone origine e provenienza a tutela del consumatore. È stato questo il tema di un incontro che si è tenuto giovedì pomeriggio a San Miniato, nella sala del Bastione, alla presenza di tartufai e commercianti di tartufi, insieme a personale dell'Ispettorato per la tutela, qualità e repressione frodi del Ministero dell'agricoltura e delle due aziende sanitarie di Empoli e Pisa.

Un incontro al quale i commercianti si sarebbero presentati anche con i propri legali per valutare al meglio una questione più che mai delicata. A sollevare il tema, pocgi giorni fa, era stata Confcommercio Pisa, che in una nota aveva lanciato l'allarme contro le possibili frodi, sulla base di dichiarazioni date dall'Ispettorato antifrodi dell'area pisana che, a sua volta, aveva spiegato di aver raccolto segnalazioni relative all'ingresso sul territorio nazionale di quantità significative di tartufi provenienti da paesi dell'Est, dal Marocco e alla commercializzazione di tartufi di origine cinese e marocchina.
Nel corso dell'incontro a San Miniato, quindi, sarebbe stata ribadita la necessità di dare corso alle norme di tracciabilità previste dalla legge 50 del 2005, rimaste per adesso frenate dai problemi di tracciabilità fiscale di un prodotto che impone, teoricamente, obblighi al cercatore solo qualora venda il tartufo. Per l'ispettorato antifrodi, tuttavia, l'obiettivo sarebbe limitato alla tutela del prodotto. Motivo per il quale sarebbero stati paventati anche possibili controlli nel corso della mostra mercato nazionale del tartufo bianco, analogamente a quanto avvenuto pochi giorni fa alla Mostra mercato di Acqualagna nelle Marche, in provincia di Pesaro-Urbino.
Una prospettiva che non è affatto piaciuta agli espositori, decisi a tutelare l'immagine delle proprie aziende. Comprensibile, quindi, la preoccupazione da parte dell'amministrazione comunale, presente all'incontro con l'assessore Giacomo Gozzini e con il sindaco Vittorio Gabbanini, il quale avrebbe chiesto e ottenuto di rinviare la questione agli inizi del 2016, una volta terminata la grande kermesse sanminiatese. Da qui l'accordo per un nuovo faccia a faccia da organizzare nel mese di gennaio, con l'obiettivo di sensibilizzare e organizzare il tema della tracciabilità con tutti gli attori interessati, cosa finora rimasta di difficile attuazione in tutta Italia non per volontà dei soggetti interessati, ma per una legge che forse ha qualche difficoltà attuativa.
Ad inquadrare la questione è l'assessore al turismo Giacomo Gozzini: "Il punto centrale - dice - è che la prima cessione del tartufo avviene ovviamente esentasse. Chi acquista da un cercatore, quindi, non ha gli strumenti per poterne garantire la tracciabilità. Dato che la richiesta arriva dall'Ispettorato antifrodi per l'area pisana, il timore dei commercianti è che i nostri cercatori possano vendere il tartufo di San Miniato ad acquirenti di altre zone. Questo perché il nostro bianco, essendo di ottima qualità, ha ovviamente mercato. Servono quindi le stesse regole per tutti, quanto meno a livello regionale ma forse anche nazionale, in modo da tutelare la nostra filiera. Si tratterà di coinvolgere tutti i soggetti e cercare una soluzione pratica". (g.p.)

 

Pubblicato in San Miniato
Mercoledì, 21 Ottobre 2015 14:47

Festa d'Autunno e della Castagna a Ponte a Egola

Festa dAutunnoDodici ore di colori, sapori e profumi di stagione. Domenica 25 ottobre, dalle 8 alle 20, a Ponte a Egola sarà molto più che Festa d'Autunno, grazie agli esercenti del Centro commerciale naturale e con il patrocinio del comune di San Miniato.

Pubblicato in San Miniato
Sabato, 26 Settembre 2015 17:18

Pontedera ricorda Gli idoli di Hollywood

IMG 00062Negozi aperti, gente in giro, tappeti rossi e tante stelle. Ha ricordato Gli idoli di Hollywood, la festa del commercio che ieri sera 26 settembre ha trasformato Pontedera grazie all'impegno dei commercianti e con la collaborazione dell'amministrazione comunale di Pontedera. Taglio del nastro affidato al sindaco Simone Millozzi e al vicesindaco Angela Pirri. Tra gli artisti che si sono esibiti, anche la cantante Paola Bivona e alcune scuole di danza.

Foto di Enrico Damiani

Pubblicato in Dalla provincia

fucecchiello missNuove iniziative per i prossimi mesi e, poi, l'edizione 2016. Dopo la buona riuscita di Fucecchiello Music&Fashion, le stanno preparando gli organizzatori della manifestazione.

Pubblicato in Fucecchio

DSC 1389Tutto pronto, per la quarta serata della kermesse. Protagonista dell'appuntamento di questo giovedì (23 luglio) la celeberrima "Large Street Band", il gruppo nato a La Scala nel 2008 e affermatosi ormai tra le più importanti street band italiane, reduce in questi giorni dall'esibizione ad Expo 2015. Assieme alle sonorità e ai ritmi coinvolgenti della "Large", torna al Luglio Pontaegolese anche la musica di Giuliano Demodé, che porterà in piazza le cover di Edoardo Bennato. L'animazione per i più piccoli, invece, sarà affidata all'immancabile clown Fagiolino.
Nella stessa sera, appuntamento con la seconda selezione dell'Egola Summer Contest, il concorso canoro aperto a tutti che mette in gara, senza limiti di età, chiunque voglia misurarsi davanti al microfono con un brano a propria scelta. Dodici i concorrenti nella prima sera del 9 luglio, mentre per la seconda selezione le iscrizioni sono ancora aperte: basta contattare l'organizzatrice Dunia Pistolesi al numero 320/3828113, o semplicemente presentandosi sul posto prima delle 21,15. Al termine della serata, in base ai punteggi ottenuti, la giuria decreterà il gruppo di concorrenti che disputerà la finale di giovedì 30.
Intanto è possibile tracciare un primo bilancio positivo per il Luglio Pontaegolese che lo scorso giovedì, per la prima volta, ha messo a cena i visitatori della festa. Merito de "La Via del Cibo", l'iniziativa ideata dagli esercenti del Centro Commerciale Naturale che per una sera hanno trasformato via Diaz in un itinerario gastronomico. Per tutta la sera, infatti, i commercianti hanno cucinato le proprie specialità in una serie di postazioni lungo il percorso. Il risultato è stato una sorta di cena itinerante, dall'aperitivo ai primi piatti, dall'arrosto alla frittura di pesce passando per vini, birre artigianali, dolci e gelati che alla fine hanno preso per la gola numerosi visitatori. Soddisfatti gli esercenti per un risposta che ha superato le aspettative. "Un'iniziativa da ripetere – commenta il presidente del Ccn Roberto Scutaro - L'idea è piaciuta ed è stata apprezzata. Per il futuro, se ci sarà la volontà dei commercianti, siamo intenzionati a riproporla".


Tutto pronto, per la quarta serata della kermesse. Protagonista dell’appuntamento di questo giovedì (23 luglio) la celeberrima “Large Street Band”, il gruppo nato a La Scala nel 2008 e affermatosi ormai tra le più importanti street band italiane, reduce in questi giorni dall’esibizione ad Expo 2015. Assieme alle sonorità e ai ritmi coinvolgenti della “Large”, torna al Luglio Pontaegolese anche la musica di Giuliano Demodé, che porterà in piazza le cover di Edoardo Bennato. L’animazione per i più piccoli, invece, sarà affidata all’immancabile clown Fagiolino.

Nella stessa sera, appuntamento con la seconda selezione dell’Egola Summer Contest, il concorso canoro aperto a tutti che mette in gara, senza limiti di età, chiunque voglia misurarsi davanti al microfono con un brano a propria scelta. Dodici i concorrenti nella prima sera del 9 luglio, mentre per la seconda selezione le iscrizioni sono ancora aperte: basta contattare l’organizzatrice Dunia Pistolesi al numero 320/3828113, o semplicemente presentandosi sul posto prima delle 21,15. Al termine della serata, in base ai punteggi ottenuti, la giuria decreterà il gruppo di concorrenti che disputerà la finale di giovedì 30.

 

Intanto è possibile tracciare un primo bilancio positivo per il Luglio Pontaegolese che lo scorso giovedì, per la prima volta, ha messo a cena i visitatori della festa. Merito de “La Via del Cibo”, l’iniziativa ideata dagli esercenti del Centro Commerciale Naturale che per una sera hanno trasformato via Diaz in un itinerario gastronomico. Per tutta la sera, infatti, i commercianti hanno cucinato le proprie specialità in una serie di postazioni lungo il percorso. Il risultato è stato una sorta di cena itinerante, dall’aperitivo ai primi piatti, dall’arrosto alla frittura di pesce passando per vini, birre artigianali, dolci e gelati che alla fine hanno preso per la gola numerosi visitatori. Soddisfatti gli esercenti per un risposta che ha superato le aspettative. “Un’iniziativa da ripetere – commenta il presidente del Ccn Roberto Scutaro - L’idea è piaciuta ed è stata apprezzata. Per il futuro, se ci sarà la volontà dei commercianti, siamo intenzionati a riproporla”.

 

 

Pubblicato in San Miniato

DSC 0849La gara di torte l'ha vinta Lina Lombardi di Roffia. Tra le polemiche bonarie delle altre concorrenti, ma ci sta, visto che l'iniziativa è stata lanciata solo quest'anno: perfezionarla sarà facile, data la grande ed entusiastica partecipazione di pubblico.

Pubblicato in San Miniato

lavori ponte aprileIl calo più pesante nel "giro d'affari", lo avevano avvertito le attività affacciate su via Diaz. Questi commercianti, con la chiusura del ponte sull'Egola, il 23 febbraio e la conseguente interruzione del traffico sulla statale 67, aveva subito non pochi disagi, visto che le loro attività, dicono i commercianti, erano rimaste di fatto isolate dai principali flussi di traffico, con un brusco ridimensionamento degli incassi che gli esercenti hanno stimato in una media di circa il 40 per cento (leggi anche Il ponte fa crollare gli affari, ma "Era necessario").

Pubblicato in San Miniato

Federico-Pieragnoli-2Il problema del commercio e del degrado a Tirrenia. Confcommercio non risparmia critiche al sindaco di Pisa per la poca attenzione dedicata ai problemi dei commercianti e per l'eccessiva presenza di venditori di prodotti etnici con le loro bancarelle.

Pubblicato in in Azienda

Riunione tra i commercianti di Pontedera, Geofor e il comune per parlare della nuova raccolta dei rifiuti porta a porta nel centro di Pontedera. La riunione è stata fissata per domani martedì 5 alle 14 in sala Carpi. All'incontro saranno presenti anche i rappresentanti della associazioni di categoria.

Pubblicato in Dalla provincia

diocesiQuesta volta per farsi consegnare qualche decina di euro dai commercianti, i falsi promoter si sono spacciati per incaricati della curia che cercavano sponsorizzazioni per una pubblicazione diocesana.

Pubblicato in San Miniato
Pagina 4 di 5

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
http://www.comune.santamariaamonte.pi.it/news.php?id=3169
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Mercato

An error occured during parsing XML data. Please try again.
Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466