Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

“Mai più morti su via Francesca”, assemblea dei residenti

Vota questo articolo
(6 Voti)

testo e foto di Nilo Di Modica
WhatsApp Image 2018-07-06 at 12.01.05Serata di proposte e confronto quella di ieri sul futuro di via Francesca Sud e dell'incrocio “incriminato” con via Posarelli e via Vivaldi, dove in pochi anni si sono consumati numerosi incidenti. A ritrovarsi in riunione nel cortile dei condomini dietro l'Angolo Bar ed il Semaforo Rosso sono stati i tanti residenti della zona, che alcuni giovni fa avevano lanciato l'allarme sicurezza per la strada promuovendo una raccolta di firme. Presente anche l'amministrazione comunale, nelle persone del sindaco Gabriele Toti, del vicesindaco Lida Merola e dell'assessore Federico Grossi.

“La situazione di pericolo è nota a tutti quelli che vivono qui in questo quartiere: quella strada non è più quella di un tempo perché il quartiere non è più come in passato – ha detto Monica Calò, avvocatessa e residente nei pressi dell'incrocio. – Siamo qui per tirare fuori alcune idee e proposte da presentare. L'importante è avere chiaro l'obbiettivo che è quello di ridurre in un modo o nell'altro la velocità dei veicoli”. Sullo sfondo una zona del paese profondamente mutata negli anni. La via provinciale, un tempo rettilineo che univa i due abitati di Ponticelli e Castelfranco correndo in mezzo ai campi e poco più, adesso già poco dopo il confine del comune si immerge all'interno di un abitato. “Tanti, troppi i morti – dicono in molti – se ne contano quasi dieci nel giro di un paio di decenni”. L'ultimo, il 16 giugno scorso, il 46enne cinese Zhang Chunguo, travolto sulle strisce pedonali mentre tornava alla propria auto dopo una breve sosta in tabaccheria. Da qui la richiesta di interventi, per provare a "spezzare" il flusso del traffico e ridurre la velocità dei veicoli. "Anche il giorno dell'incidente – ricordano gli abitanti – è stato difficile riuscire a far rallentare i veicoli: c'era quest'uomo a terra in condizioni gravissime e le auto arrivavano a folle velocità col rischio di travolgerlo di nuovo. È stato terribile". (continua a leggere il servizio dopo la galleria fotografica)

“La maggior parte degli incidenti avvengono sulle strisce” racconta una signora, mentre un'altro dice: “con tutte le macchine parcheggiate lungo la strada attraversare è pericolosissimo, senza contare che spesso, rallentando per entrare in casa, si viene subito sorpassati. Le auto spesso non guardano nemmeno se c'è qualcuno che sta attraversando”. E ancora: “da via Posarelli spesso le auto vanno contromano”. Tutti argomenti che non sono passati in sordina durante la serata. Molte le proposte sul tavolo, tutte da valutare anche da un punto di vista di mera fattibilità: dossi, incrocio rialzato, autovelox, chicane. Ma la proposta che va per la maggiore (forse quella che desterebbe più difficoltà nella realizzazione, dato il poco spazio) è quella di una rotatoria. “Non posso dare una soluzione stasera, le proposte tul tavolo sono tante e vanno valutate anche insieme ai tecnici, senza contare che stiamo parlando di una strada provinciale e quindi gli enti coinvolti saranno vari” ha detto il sindaco Gabriele Toti “Quello che vi chiedo è di formare una delegazione con la quale al più presto fare un incontro in comune per vagliare insieme a persone preparate le varie soluzioni in campo. Quello che può fare intanto il comune e usare, insieme ai vigili, un'occhio di riguardo per quell'incrocio”. Intanto però, durante la serata, la raccolta di firme per la richiesta a comune e Provincia di “interventi urgenti per la sicurezza” e la realizzazione di “una rotatoria all'incrocio con via Grazia Deledda” è partita.

Ultima modifica il Venerdì, 06 Luglio 2018 12:49

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466