Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Controllo di vicinato, Lega: “Aspettiamo i fatti”

Vota questo articolo
(1 Vota)

3ea07ec3-7b3f-45f4-90ea-eff6e8232fb9"Attendiamo di vedere quali fatti seguiranno a questa dichiarazione di intenti da parte dell'amministrazione comunale. Sperando che tutto non finisca, come capita ogni volta che i nostri amministratori hanno a che fare con la questione della sicurezza, nella soluzione più blanda e inutile possibile ma perfettamente aderente ai dictat di partito". Dopo aver letto il nostro servizio sul controllo di vicinato (Cittadini “in allerta” e in rete, controllo di vicinato convince), il commento di Monica Ghiribelli, Alba Colombiani della Lega di Castelfranco di Sotto e Nicola Sgueo di FdI. 

"Siamo lieti - dicono - che alcuni sindaci del Comprensorio del Cuoio si siano finalmente accorti dell'esistenza del problema sicurezza sui nostri territori. Sono anni che veniamo additati come persone visionarie o che della sicurezza hanno una percezione distorta, interessati solo a creare allarmismo. Ebbene, dove non hanno potuto i cittadini con le loro ripetute segnalazioni e richieste di intervento, ha potuto il Prefetto che, a differenza dei nostri amministratori, è ben consapevole del fatto che quello della sicurezza è un problema concreto che non può più essere ignorato. Abbiamo appreso che a breve dovrebbe partire il progetto del controllo di vicinato anche se, da quanto si legge, non pare intenzione dei nostri amministratori sfruttarne a pieno le reali potenzialità, specialmente se si continua a prendere come riferimento quanto 'sperimentato' in alcune zone del comune, esperimento il cui esito ha rivelato come questo strumento, se male impostato e male gestito, si svuota di ogni utilità e serve soltanto a gettare fumo negli occhi ai cittadini (del resto, quando non si è interessati a risolvere un problema, neppure ci si impegna a trovare una soluzione idonea). Ci auguriamo, quindi, che questa volta si affronti questo problema in maniera degna e seria, avvicinando e coinvolgendo persone preparate e adatte a svolgere il compito. Avallando questo tipo di controllo – ripetiamo - si prende atto delle inadeguatezze vigenti, ma dovrebbe essere impostato, messo in atto e affiancato anche ad altri tipi di intervento che consentano una sterzata importante ed efficace verso la soluzione del problema della sicurezza, perché il territorio comunale di Castelfranco di Sotto è molto vasto e non è facile garantirne la completa copertura. Per questo motivo, da tempo, chiediamo anche la presenza dell'Esercito in supporto alle forze dell'ordine, alle quali va tutta la nostra riconoscenza per il costante impegno profuso e il cui operato, di sicuro, non verrebbe sminuito da questo affiancamento". 

 

Ultima modifica il Sabato, 22 Giugno 2019 11:20

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466