Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Giochi irregolari e scommesse, sequestrati 4 apparecchi

Vota questo articolo
(1 Vota)

slotDurante il controllo in un bar di una frazione di Castelfranco di Sotto, i finanzieri della compagnia di San Miniato in collaborazione con i funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Pisa, hanno trovato 3 apparecchi da intrattenimento completamente illegali.

Le macchinette erano ben nascoste e lontane da sguardi indiscreti, senza le autorizzazioni necessarie e non collegate alla rete dei monopoli di Stato, così da evitare il monitoraggio delle giocate effettuate ed eludere le imposte dovute.
L'operazione è arrivata al termine di un indagine e del controllo economico del territorio, che ha portato alla verifica del corretto adempimento della normativa di settore nel bar. Prosegue, così, l'azione di contrasto dei fenomeni di abusivismo e di frode nel settore degli apparecchi e congegni da divertimento e intrattenimento per la tutela del consumatore e anche del contrasto della concorrenza sleale in un settore particolarmente delicato quale quello dei giochi. Oltre ai 3 apparecchi, i finanzieri hanno ritrovato e sottoposto a sequestro un terminale informatico "totem", dotato di monitor touchscreen che consentiva, tramite connessione internet su piattaforme di gioco estere prive di concessione o autorizzazione, il gioco d'azzardo online. Ora l'imprenditore dovrà pagare una sanzione di 20mila euro per il totem utilizzato per le scommesse illegali, una di altri 20mila euro per aver impiegato apparecchi scollegati dalla rete e una ulteriore di 3mila euro perché trovato in possesso di apparecchi sprovvisti di autorizzazione.

 

Ultima modifica il Martedì, 06 Agosto 2019 19:17

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466