skinterrapisa2019

Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

47187880 2180315448908848 4175178536400715776 nInvestire in sviluppo per creare lavoro e proteggere il lavoro (ammortizzatori sociali e politiche attive). Riducendo le tasse ai lavoratori e ai pensonati, portando avanti alla lotta all'evasione fiscale. Sono alcune delle questioni delle quali oggi 30 novembre hanno parlato centinaia di delegati, sindacalisti, lavoratrici e lavoratori nei tre attivi unitari di Arezzo, Prato e Pontedera.

Pubblicato in Dalla provincia

camerieriOgni anno in Toscana, spiega la Filcams Cgil, sono centinaia le cause di lavoro nel settore turistico, la maggior parte delle quali vinte dal lavoratore. Nonostante il turismo resti un settore in forte crescita, che rappresenta quasi il 12% del Pil toscano. Con moltissime aziende che lavorano e impiegano lavoro rispettando le regole, ce ne sono alcune (che penalizzano le altre per prime) che abusano di vaucher e contratti a chiamata, che assumono cuochi e camerieri a un terzo delle ore reali di lavoro, addette alle pulizie pagate con tre euro a stanza, bagnini "tuttofare" che non sorvegliano la spiaggia. Oltre alle persone messe in prova - e quindi mai pagate -, nei ruoli più diversi.

Pubblicato in Dalla provincia
Giovedì, 19 Luglio 2018 14:05

Cgil: tariffe Tpl, sistema da rivedere

navetta"Investire sul Tpl è necessario e se gli investimenti vanno coperti per almeno il 35% dai ricavi dei biglietti intervenire si doveva. La Cgil Toscana apprezza l’impegno della regione per rendere omogenei tanto il servizio quanto la tariffa in tutta la regione". Lo dicono Mauro Fuso e Maurizio Brotini segretari regionali Cgil che subito avvertono: "Ciò non toglie che il nuovo sistema tariffario in vigore dal 1 luglio vada corretto per le fasce più deboli, anziani, lavoratori dipendenti e disoccupati, comprendendo gli studenti di ogni ordine e grado".

Pubblicato in Versilia

presidio pontederaIn Toscana l'adesione allo sciopero è stata alta. Il presidio regionale dei lavoratori della Lidl si è svolto a Pontedera, davanti al magazzino in via Alberto Carpi. L'altro presidio dei lavoratori è stato a Massa Lombarda, in provincia di Ravenna. Lo sciopero nazionale dei lavoratori era indetto dalla Filcams Cgil.

Pubblicato in Dalla provincia

municipio snata maria a monte"Una condotta antisindacale e un'immotivata, pretestuosa e ritorsiva reazione alla richiesta d'intervento avanzata dalle Rsu alla Usl tesa a una verifica in materia di sicurezza e igiene del luogo di lavoro". Lo dicono la Cgil provinciale e le Rsu del comune di Santa Maria a Monte contestando il provvedimento della sindaco Ilaria Parrellasull'apertura degli uffici comunali il sabato nei mesi di luglio e agosto.

Pubblicato in Santa Maria a Monte

6f7cb8db-9613-486b-997c-8a6c7d4b570dRisarcimento di un milione e richiesta di smantellamento del presidio. Questo il contenuto di una citazione in giudizio, in sede civile, che si sono visti notificare 26 lavoratori della ex Tmm di Pontedera, insieme al segretario della Fiom di Pisa, da parte del liquidatore.

Pubblicato in Dalla provincia

cattaneoIl lavoro nella Costituzione italiana, il ruolo delle organizzazioni sindacali e la loro rappresentanza, tipologie contrattuali e di assunzione, i contratti collettivi nazionali di lavoro e la contrattazione aziendale. Sono stati i temi di un corso che la Cgil della provincia di Pisa ha tenuto ai ragazzi delle classi quinte dell'istituto Cattaneo di San Miniato. Nella giornata di oggi 5 giugno, i ragazzi hanno ricevuto dall'organizzazione sindacale un attestato di partecipazione.

Pubblicato in San Miniato

1fb02c82-bd6c-42e5-8285-a6ab063af686Lo aveva già detto ieri, a poche ore dall'accaduto (Toti: “Violenza inaudita. Condanna dal Distretto”). Ma oggi 29 maggio, l'annuale assemblea dell'Associazione conciatori a Santa Croce sull'Arno (AssoConciatori in assemblea: “Più garanzie per operare”) era un'occasione troppo ghiotta per non essere sfruttata. "Un gesto da condannare", ha detto il sindaco di Castelfranco di Sotto Gabriele Toti intervenendo all'assemblea.

Pubblicato in Santa Croce sull'Arno

IMG 5766Scritte offensive e di matrice di estrema destra sulla porta della Casa del Popolo Primavera di Santa Croce sull'Arno. Le scritte sono apparse questa mattina, vergate in giallo, sopra una serranda.
Immediata la condanna del Comitato Anpi di Santa Croce sull'Arno che nell'esprimere vicinanza e solidarietà a Arci e Cgil "condanna con ogni vigore l'atto di chi ha scritto frasi di pura matrice fascista su una porta della Casa del Popolo proprio sotto la sede della Cgil e dove troverà presto sede anche l'Associazione nazionale partigiani d'Italia di Santa Croce sull'Arno".

Pubblicato in Santa Croce sull'Arno

tuodi"Le organizzazioni sindacali hanno registrato positivamente il mantenimento dei livelli occupazionali ma hanno espresso preoccupazione per la mancanza di comunicazione trasparente per quanto riguarda le cessioni disgregate che non condividono in quanto avevano richiesto e auspicato una cessione unitaria dei punti vendita da scorporare dal perimetro aziendale". Lo dice la Uil Tucs dopo un incontro sui supermercati del gruppo Dico. Lo scorso 12 aprile, all'incontro al ministero dello Sviluppo Economico erano presenti Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico e Roberto Cocca per delega del Commissario Giudiziale. In rappresentanza dell'azienda c'erano Luca Ricci, Maria Antonietta Mura, Alessandro Andrioli assistiti dall'avvocato Mauro Petrassi. Erano inoltre presenti Paolo Baldazzi e Laura Iodice di Confcommercio e i rappresentanti sindacali nazionali e territoriali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil e le Rsu.

Pubblicato in Fucecchio

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466