skintartufesta2019

Cuoio in Diretta

Centinaia bloccati in stazione per falla all'oleodotto

Vota questo articolo
(1 Vota)

IMG 0007Il furto di carburante all'oleodotto a San Miniato, oltre che dai cittadini della zona di Ponte a Egola che hanno avvertito per tutta la mattina un forte odore di carburante nell'aria, ha causato gravissimi problemi alla circolazione ferroviaria di tutta la Toscana del nord in particolar modo, il blocco dei convogli sulla Livorno-Pisa-Firenze tra le stazioni di Pontedera e San Miniato.

A farne le spese sono stati centinaia di passeggeri che sono rimasti a piedi. Ferrovie dello Stato ha istituito servizi navetta e bus sostitutivi, ma il disagio è stato tantissimo. Sia per chi dalla stazione di Pontedera era diretto verso Pisa o Firenze e anche in direzione opposta. In piazza della Stazione a Pontedera si sono create lunghe file di passeggeri che hanno dovuto attendere l'autobus sostitutivo e sono state anche allertate due ambulanze della Pubblica assistenza per timore di malori dei passeggeri costretti a lunghe attese. Decine i treni cancellati con il traffico ferroviario fermo su tutta la linea.
Disagi analoghi si sono verificati anche a Empoli, l'altro troncone della linea ferroviaria e le ripercussioni si sono sentite anche sulla Viareggio-Firenze e sulla linea costiera. Il treno che è rimasto bloccato alla stazione di Pontedera ad esempio avrebbe dovuto raggiungere Pisa e poi Pontremoli in Lunigiana.

 

Enrico Damiani

Le foto dei disagi in stazione (di Enrico Damiani)

Leggi anche: Assalto all'oleodotto per rubare benzina. Dalla falla escono 200mila litri nella zona industriale di Ponte a Egola. Treni fermi fino alle 18,, quattro squadre di pompieri al lavoro

Ultima modifica il Giovedì, 21 Maggio 2015 19:30

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466