Cuoio in Diretta

Pisa esclusa dall'unità antiterrorismo: il sindacato protesta

Vota questo articolo
(0 Voti)

antiterrorismoLa questura di Pisa non è stata inclusa nella costituzione dell'unità antiterrorismo. A darne notizia, il Ministero dell'Interno, che nei giorni scorsi ha avviato le procedure per la costituzione di unità operative volte a contrastare nell'immediatezza eventi di particolare criticità.

Ammesse, invece, Ancona, Bolzano, Cuneo, Lecce, Livorno, Modena, Padova, Prato, Ragusa e Verona."Tale decisione – dicono dal sindacato Silp Cgil di Pisa – risulta ancor più grave se si pensa alle caratteristiche di una città come la nostra, dove è presente uno scalo aereo internazionale, una stazione ferroviaria tra le più importanti della Toscana, un'Università di fama mondiale, un monumento come la Torre Pendente e una base Usa".
La città di Pisa, peraltro, ha ospitato simpatizzanti, singoli individui, e cellule terroristiche, che hanno costituito la pletora dei potenziali autori di reati. "Invitiamo – dicono i sindacalisti – il Prefetto, il Questore e la politica locale ad attivarsi immediatamente per far sì che nella nostra realtà, come riconosciuto ad altre che non hanno le peculiarità di Pisa, venga costituita l'unità operativa antiterrorismo di primo intervento".

Ultima modifica il Sabato, 27 Giugno 2015 16:46

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466