Cuoio in Diretta

Unione Valdera, sindacati preoccupati per i dipendenti

Vota questo articolo
(0 Voti)

"Quanti lasceranno l'Unione Valdera per essere assunti dai singoli comuni che si sono sganciati da questa istituzione? Quali figure professionali? Quali criteri saranno adottati per la scelta del personale da trasferire nei quattro comuni?". Se lo chiedono e lo chiedono ai comuni interessati i sindacati Cgil, Cisl e Uil in vista dell'uscita dall'Unione, dal primo luglio, dei comuni di Peccioli, Terricciola, Chianni e Lajatico.

A detta delle organizzazioni sindacali, queste domande vengono fatte agli amministratori, ma senza ottenere risposte. Mentre ora pare che, senza accordo sindacale, gli amministratori hanno già deciso tutto, in barba allo statuto dei lavoratori. Secondo quanto riferito dai rappresentanti sindacali, le persone da trasferire sono state individuate.

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466