Cuoio in Diretta

Il Miur autorizza Modartech a rilasciare titoli accademici

Vota questo articolo
(1 Vota)

modartechUna corona d'alloro per Modartech: il Miur autorizza l'istituto di Pontedera al rilascio di titoli accademici di 1° livello del comparto AFAM - Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica, equivalenti a titoli come la laurea di primo livello. "Un percorso portato avanti con abnegazione. Percorso che ha visto anche il comune in campo" sono le parole del sindaco di Pontedera Simone Millozzi. Per la vicesindaco Angela Pirri, "In Italia 67mila aziende partecipano alla crescita del paese. La moda è espressione dell'anima".

La scuola, l'unica votata alla formazione nei settori della moda e del design situata sul territorio toscano che dalla costa porta fino a Firenze, ha annunciato il prestigioso riconoscimento arrivato dal ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca. "Quando sono arrivati gli ispettori del ministero – spiega il direttore dell'Istituto Alessandro Bertini -, hanno detto che non ce ne sono molte di realtà come la nostra. Abbiamo portato l'Istituto, per primo nel settore nella area costa, a rilasciare titoli accademici equiparati all'università. Una valutazione attenta e puntuale, che si è svolta prima negli uffici del ministero, poi presso la sede Modartech, ha fatto emergere la qualità didattica, logistica e tecnologica della scuola, che dopo molti anni di formazione, di dialogo con le aziende e di importanti riconoscimenti si pregia di poter offrire ai propri studenti il primo percorso triennale per l’ottenimento del Diploma Accademico di 1° livello, ciò che per il mondo universitario è rappresentato dalla laurea di primo livello".

A fare da apripista il corso triennale in Fashion Design, da sempre uno dei fiori all'occhiello dell'offerta formativa dell'Istituto, un piano di studi articolato in 180 Crediti Formativi Accademici, che offre agli studenti un percorso di alta formazione dopo il conseguimento del diploma di scuola superiore. “Il Comune di Pontedera accoglie con orgoglio il riconoscimento del livello accademico della formazione di Modartech – hanno detto il sindaco Simone Millozzi ed il vicesindaco Angela Pirri -. Si tratta di un altro tassello importante del mosaico che stiamo componendo. Lavoriamo per fare di Pontedera un polo del sapere, dell'innovazione, della qualità. Abbiamo sempre creduto, sin dall'inizio a questo progetto. Oggi i fatti ci stanno dando ragione. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato per portare questo istituto a tagliare questo prestigioso traguardo, che deve essere trampolino per ulteriori e più ambiziosi obiettivi. Nella nostra città e nel nostro Paese c'è bisogno di esperienze come questa che coniughino innovazione e tecnologia, creatività ed esperienza, moda e ricerca”.

“Dare ai nostri studenti una formazione di qualità in modo che possano avere la possibilità di sviluppare qui i loro talenti è, per noi, fondamentale – ha commentato il consigliere regionale Antonio Mazzeo -. Per questo motivo sono davvero orgoglioso di questo riconoscimento che da un lato valorizza il risultato raggiunto da una realtà di eccellenza del nostro territorio ma al tempo stesso rappresenta anche un esempio virtuoso di come si possano creare e portare avanti progetti imprenditoriali in grado di coniugare sviluppo del presente e investimento sul futuro. Vogliamo che, a partire da esempi come questo, la Toscana possa essere sempre di più terra di idee, di creatività e di opportunità da offrire ai nostri ragazzi. Per noi la creazione di lavoro e di buona occupazione è una vera e propria ossessione e su questo terreno, come Regione, continueremo a lavorare senza sosta”.

Il dialogo e la collaborazione con il Comune di Pontedera e la Regione Toscana, l’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, la Fondazione Piaggio, la Biblioteca Comunale G. Gronchi, le imprese e gli altri partner coinvolti, così come i premi internazionali e gli elevati tassi di occupazione, sono stati riconosciuti dagli ispettori dell’ANVUR (Agenzia di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) ed hanno avuto, assieme alla qualità della didattica e del corpo docente, un ruolo chiave nel raggiungimento di questo traguardo.

Nilo Di Modica

 

Ultima modifica il Giovedì, 11 Gennaio 2018 18:54

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
http://www.comune.santamariaamonte.pi.it/news.php?id=3169
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466