Cuoio in Diretta

Ragusa, Appello conferma 20 anni per Logli. Niente carcere

Vota questo articolo
(1 Vota)

tribunale1Il corpo non c'è ancora, anche se le ricerche di Roberta Ragusa, scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dal sua casa di Gello, nel comune di San Giuliano Terme, non si sono mai interrotte. Oggi 14 maggio, però, la corte d'assise e d'appello di Firenze ha confermata la condanna a 20 anni di reclusione per Antonio Logli, accusato dell'omicidio e della distruzione del cadavere della moglie. Non ha ritenuto necessaria, però, la custodia in carcere: per Logli, dipendente del Comune, la Corte ha anche confermato l'obbligo di residenza nel comune di San Giuliano Terme e il divieto di allontanarsi dalla provincia di Pisa tra le 21 e le 6. In primo grado Logli è stato condannato, con rito abbreviato, a 20 anni di reclusione dal Tribunale di Pisa, con sentenza emessa il 21 dicembre 2016, per omicidio volontario e distruzione di cadavere. Logli oggi era in aula, assieme al figlio Daniele: la Difesa ha presentato una sua memoria a sostegno dell'innocenza del padre.

Ultima modifica il Lunedì, 14 Maggio 2018 19:43

Aggiungi commento

Riempi tutti i campi affinchè il tuo commento venga approvato in fase di moderazione. Grazie, la redazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466