skinKaroqcuoio

Cuoio in Diretta

Pontedera, parcheggi a pagamento in zona ospedale

Vota questo articolo
(1 Vota)

parcheggi blu 4E' stata una sorpresa quella trovata oggi, giovedì 21 marzo, da chi doveva andare a lavoro o a studiare a Pontedera, in zona ospedale. La sorpresa che hanno trovato è quella di posteggi auto che fino a ieri erano bianchi, tinteggiati di blu, quindi a pagamento. In un’area in cui la caccia al parcheggio era già particolarmente agguerrita e richiedeva del tempo, questa decisione ha impattato molto sugli utenti delle strutture che sono presenti, come la biblioteca Giovanni Gronchi, i vari uffici, ma anche su chi si sposta in treno e lascia la macchina a Pontedera.

I parcheggi interessati in totale sono 112 e riguardano le prime file, le numero 6, 7 e 8, del parcheggio in piazza della Solidarietà, conosciuto come “parcheggione dell’ospedale” e i posteggi auto immediatamente davanti all’ingresso della biblioteca in viale Rinaldo Piaggio. Tuttavia, ogni cosa ha una sua spiegazione e a dare delucidazioni sul perché di questa scelta è la Siat, l’ente che gestisce i parcheggi a Pontedera. “Si tratta di una convenzione pubblica con il Comune e che parte dalla richiesta di alcuni lavoratori ospedalieri – spiega Sandro Spata della Siat –. Molte persone hanno chiesto di avere un posto auto tramite un abbonamento fisso che evitasse loro, appunto, di perdere troppo tempo alla ricerca del parcheggio. Basti pensare che ad oggi abbiamo già raggiunto 102 richieste di abbonamento su 112, cioè sono quasi tutti occupati”. Poi continua: “Bisogna anche considerare che se da un lato sono posteggi che diventano a pagamento, dall’altro sono altrettanti posti che si liberano in viale Rinaldo Piaggio e negli spazi coperti dietro alla biblioteca”. Si tratta quindi di una decisione per rispondere alle esigenze di alcuni lavoratori e di un gioco di pesi e contrappesi in cui i parcheggi persi da un lato si recupererebbero dall’altro. I posteggi blu possono essere usati come parcheggi per gli abbonamenti o come parcheggi a rotazione e per questo favorirebbero un riciclo maggiore dell’utenza. Tuttavia, nella mattinata di oggi il malcontento era diffuso e la questione dei parcheggi è stata argomento di discussione soprattutto da parte di chi ha bisogno di lasciare la macchina proprio tutto il giorno e, sottinteso, non vorrebbe pagare. Tant’è che oggi i nuovi stalli erano semivuoti e c’è chi si è già detto disposto a rinunciare a studiare in biblioteca proprio per la difficoltà di trovare parcheggio.

 

Ultima modifica il Giovedì, 21 Marzo 2019 16:32

Commenti   

 
0 # Andrea 2019-03-27 07:43
Vergogna! Avrebbero dovuto fare dei parcheggi nuovi in più oppure usare quell'area a pagamento già presente accanto sempre vuota , e non togliere i posti a chi si va a curare. Di fatto non cambia un bel niente perché i dipendenti già parcheggiavano li, soltanto che adesso per farlo devono pagare.
Che schifo.
 

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466