skintartufesta2019

Cuoio in Diretta

alessandra nardini 1Anche Alessandra Nardini ha scelto Pontedera per lanciare la sua candidatura al consiglio regionale della Toscana, nella lista del Pd.

Pubblicato in Politica
Giovedì, 19 Marzo 2015 12:08

Civati: "La diaspora dal Pd passa per Pisa"

civati"E' una diaspora, più che una scissione. Un progressivo allontanamento di iscritti, elettori, tra cui molti miei sostenitori, come i centinaia di siciliani che hanno detto addio al Pd o come il consigliere comunale di Pisa Stefano Landucci".

Pubblicato in Politica
Mercoledì, 18 Marzo 2015 18:20

Fuori dall'Unione, un incontro per parlarne

santa-maria-a-monteUn appuntamento per parlare della decisione di Santa Maria a Monte di uscire dall'Unione Valdera. Organizzato al circolo Arci Cinque Case di San Donato, è un momento, nelle intenzioni degli organizzatori, per riflettere sulla decisione presa dal sindaco Parrella e dalla sua giunta e con la quale sono in molti a essere d'accordo, visto che Santa Maria a Monte è un territorio di confine. L'appuntamento è organizzato e moderato da Antonio Torrini, segretario del Pd di Santa Maria a Monte e capogruppo di minoranza all'interno del consiglio comunale.

Pubblicato in Santa Maria a Monte

elezioni schedeOtto candidati, quattro uomini e quattro donne, per due o forse tre poltrone in consiglio regionale. Mentre il governo nelle ultimi giorni ha fissato la data, si spera definitiva, delle elezioni per il rinnovo del consiglio regionale al 31 maggio, i vari candidati sono impegnati proprio in queste ore nella raccolta delle firme per presentare e ufficializzare le candidature.

Pubblicato in Politica

bersaniIl vicesegretario Lorenzo Guerini non ci sarà a causa di un impegno. Ma il Pd, l'iniziativa Un partito unito per il riscatto dell'Italia ci sarà, anche grazie alla presenza dell'ex segretario del Pd Pierluigi Bersani. Con il segretario regionale Pd Dario Parrini e quello provinciale Francesco Nocchi, l'appuntamento per discutere della situazione politica e delle prospettive del Paese è lunedì 16 marzo alle 21 al circolo Arci Tom Benetollo di Pisanova in via Frascani, zona Isola Verde.

 

Pubblicato in Politica

Mazzeo 2Pisa al centro della Toscana e il lavoro. Sono questi i due perni della campagna elettorale che da oggi intraprenderà Antonio Mazzeo, in pieno stile renziano, nel collegio pisano, per diventare consigliere regionale del Pd.

Pubblicato in Politica
Sabato, 07 Marzo 2015 12:35

Bersani a Pisa punta a un partito unito

bersaniL'ex leader del Partito democratico Pierluigi Bersani torna a Pisa. Lo fa per parlare di Un partito unito per il riscatto dell'Italia, lunedì 16 marzo alle 21 all'Arci di Pisanova.

Pubblicato in Politica

Il Pd incontra i territori, in una serie di assemblee tematiche in vista delle elezioni regionali. A Santa Croce, San Miniato, Castelfranco, Montopoli, l'appuntamento è per lunedì 23 febbraio alle 21,15, nella sede del Pd di Santa Croce sull'Arno in corso Mazzini. In Val d'Era, l'incontro unico per Pontedera, Bientina, Calcinaia, Buti, Ponsacco, Casciana Terme Lari, Capannoli, Lajatico, Santa Maria a Monte, Chianni, Palaia, Peccioli, Terricciola è a Pontedera mercoledì 25 febbraio alle 21,15 al centro Sete Sois Sete Luas in viale Rinaldo Piaggio. Martedì 24 febbraio invece, si incontrano i gruppi tematici, alle 21,30: di Governo del Territorio si parla con Cristian Pardossi nella sede del Coordinamento Territoriale in via Fratti a Pisa.

Pubblicato in Politica

20150221 125411Anche l'ex presidente della Provincia di Pisa, Andrea Pieroni che seguì i giorni dell'alluvione di Roffia momento per momento ha partecipato all'inaugurazione del nuovo invaso per la sicurezza idraulica del bacino dell'Arno (leggi qui) "Un'opera di grande importanza - ha detto Pieroni -  che finalmente mette al sicuro un territorio". Lo ha detto Andrea Pieroni del nuovo bacino di Roffia, partecipando al sopralluogo poco più di un anno dopo l'importante esondazione che per giorni ha fatto stare in ansia mezza provincia di Pisa. Durante quella serie di eventi, quando Andrea Pieroni era ancora presidente della Provincia e a Pisa arrivò persino il capo della Protezione civile Franco Gabrielli, crollò anche una porzione di Mura di Volterra.
Il fango si è asciugato, ma la provincia ha continuato a rimboccarsi le maniche. "Quello di oggi – per Pieroni – è un grande risultato, specie se ripenso a quei giorni difficili. Un successo al quale possiamo aggiungere il primo lotto dei lavori per lo Scolmatore, due lotti dei quali, invece, non hanno ancora trovato un finanziamento. Ma non c'è solo il bacino dell'Arno: ci sono anche gli argini del Serchio da rinforzare e le casse d'espansione dell'Era da realizzare. Poi c'è il Cecina, nella zona di Saline". Tutti fiumi attorno ai quali non sono mancate situazioni di disagio. "Le grandi opere servono – prosegue Pieroni – ma serve anche una manutenzione costante del territorio: anche per questo bisogna trovare risorse ed evitare di rincorrere le emergenze".

Pubblicato in Dalla provincia

"Il Pd faccia chiarezza sul project fiancing e sul perché dell'indagine giudiziaria. Suona così l'intervento del capogruppo del nuovo centrodestra Roberto Ferraro che interveine sulla questione dicendo: "La vicenda dell'apertura di una indagine giudiziaria sul famigerato Project financing ha aperto un dibattito politico sulla spinosa vicenda. Esponenti importanti del Pd di San Miniato, nel confermare la notizia dell'avvio dell'indagine, si sono dichiarati sereni, hanno auspicato che gli eventuali colpevoli dovranno rispondere degli errori commessi e comunque si sono dichiarati certi che l'operazione si è svolta con adeguata trasparenza nell'ambito del consiglio comunale e con i dovuti passaggi di legge".
"Il fatto – continua Ferraro - che gli esponenti del Pd siano sereni non conforta molto i cittadini, visto l'uso che recentemente viene fatto di tale ecumenica esortazione, né è particolarmente originale e rassicurante l'espressione chi ha sbagliato paghi, perché sarebbe stato difficile affermare il contrario. Lascia perplessi invece la riaffermata sicurezza da parte dei citati dirigenti del PD circa la trasparenza della operazione e il rispetto della procedura di approvazione del contratto di project financing".
Poi Ferraro entra nella questione della gestione da parte del consigli comunale che avrebbe dovuto esprimersi sul progetto e aggiung: "Premesso che la vigente normativa dice chiaramente che un tale contratto deve essere approvato dal consiglio comunale è un dato di fatto che il documento in questione non è mai stato approvato dal consiglio comunale, né il testo di esso è stato mai sottoposto al semplice vaglio del consiglio comunale. La controprova che c'é qualcosa che non va è l'apertura di una indagine da parte dell'autorità pubblica. Se tutto andava bene su cosa si indaga? Nessun accenno hanno fatto i dirigenti del Pd alla famosa commissione comunale che doveva indagare sul contratto di Project financing stipulato nel 2015. Commissione di indagine – continua Ferraro - prevista dallo statuto comunale e inizialmente richiesta dal sindaco Gabbanini per far luce sui dubbi e sui misteri che stavano emergendo sul Project a seguito delle reiterate denunce dei consiglieri del centrodestra. Commissione d'indagine approvata dal Consiglio comunale, ma poi, dopo alcuni mesi, misteriosamente affossata dal gruppo consiliare del Pd. Poiché nella trascorsa legislatura il Capogruppo del Pd era l'attuale presidente del consiglio comunale ci saremmo aspettati, nel suo recente intervento a commento degli accertamenti giudiziari a carico del Project, qualche parola sulla strana storia della commissione di indagine comunale. Commissione prima approvata e poi osteggiata dal Pd. Invece nessuna parola è stata spesa su questo spinoso argomento. E' indubbio che il successivo diniego del Pd a far svolgere i lavori della Commissione d'indagine fu un atto molto grave, non solo per la sfiducia politica che ciò significò nei confronti del Sindaco in carica da parte del suo stesso partito, ma anche in considerazione dell'evolversi della vicenda la quale, come sappiamo, è poi sfociata nell'apertura di una formale indagine dell'autorità giudiziaria. Indagine che sta a dimostrare la fondatezza delle richieste dei consiglieri del centrodestra oltreché il grossolano errore commesso dal gruppo consiliare del PD nel voler mettere il bavaglio al Consiglio comunale su un argomento di tale portata".

Pubblicato in Politica
Pagina 43 di 43

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466