Cuoio in Diretta

diocesiQuesta volta per farsi consegnare qualche decina di euro dai commercianti, i falsi promoter si sono spacciati per incaricati della curia che cercavano sponsorizzazioni per una pubblicazione diocesana.

Pubblicato in San Miniato

Doveva arrivare a Casciana Terme. Ma il blindato di un istituto di vigilanza privata si è fermato alla Fraschetta nella notte tra martedì 7 e mercoledì 8 aprile. Il mezzo blindato aveva appena fatto un grosso carico e trasportava qualcosa come un milione di euro quando ha forato ed è stato costretto a fermarsi proprio in mezzo alla campagna. Così i vigilanti hanno chiamato i carabinieri, che non hanno mai perso di vista il furgone blindato.

Pubblicato in Dalla provincia

comune San Miniato2Il comune di San Miniato apre al canone concordato. Sarà intrapreso, molto presto, l'iter per la sottoscrizione di un accordo con le organizzazioni degli inquilini, dei locatari e dell'edilizia per aderire al canone concordato degli affitti.

Pubblicato in San Miniato

telefonoÈ successo già qualche volta. E alcune delle "vittime" hanno già allertato i carabinieri di Pontedera. In effetti la situazione è sospetta, per ora solo sospetta. La telefonata arriva a casa, sul numero fisso.

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 18 Marzo 2015 20:23

Paga con soldi falsi per avere resto vero

Usava banconote false per pagare piccole somme e ottenere un resto in soldi veri. Per questo la polizia di Pisa ha arrestato in città un 40enne già noto, che ha provato il trucco con un commerciante. Il venditore non si è fidato e l'uomo ha desistito, ma lui ha comunque avvisato la polizia, fornendo anche il numero di targa dell'auto, intercettata poco dopo da una Volante. L'uomo non si è fermato all'alt e ne è nato un breve inseguimento. In auto gli agenti hanno trovato 410 euro in contanti e tre banconote false da 50 euro. 

Pubblicato in Dalla provincia

Corte di CassazioneNon ha diritto a riavere i soldi dati per sistemare la futura casa matrimoniale. Questa volta la sentenza è della Cassazione, terzo e ultimo grado di giudizio in un processo che è iniziato nel 1992.

Pubblicato in Cronaca

20-carismi-cassarisparmio-sanminiato-palazzo-formichiniLa Carismi approva il bilancio del 2014 e i numeri, nonostante l'anno appena concluso presenti un quadro complicato nell'andamento dell'economia nazionale e globale, confermano un consolidamento dell'assetto patrimoniale ed economico.

Pubblicato in San Miniato
Lunedì, 09 Marzo 2015 19:31

Rapina in banca, in due scappano a piedi

questura pisa 3Sono entrati con un taglierino, sciarpe e cappelli e si sono fatti consegnare i soldi, qualche migliaia di euro. Poi i due sono scappati a piedi dalla filiale di Pontedera del Credito Cooperativo di Fornacette e Pisa. La polizia, allertata dalla banca, è subito arrivata sul posto, dove i cassieri hanno raccontato di un blitz durato pochi secondi. Non il primo in quella filiale, rapinata anche qualche settimana fa e neppure in quell'istituto, preso di mira spesso su tutto il territorio.

Pubblicato in Cronaca

soldi banconoteI danni causati dal maltempo degli ultimi due giorni, per lo più dal vento alle aziende sono elevatissimi, per fare fronte a questa situazione il Banco popolare attraverso gli sportelli di Lucca, Pisa e Livorno, ha messo a disposizione un fondo per le imprese e per fare fronte alle prime spese per il ripristino o la sostituzione dei macchinari per consentire alle attività produttive di ripartire subito.

Pubblicato in Dalla provincia

CARABINIERI 1Ha fatto firmare un contratto a una signora di 95 anni che non sapeva cosa stesse firmando. Per questo, un venditore di una società che stipula contratti di libero mercato per una società elettrica, è stato denunciato dai carabinieri di Pisa per truffa. Nei guai, è finito un 23enne di Pesaro. Ad avvisare i carabinieri, oltre alla famiglia della donna, anche i residenti del quartiere, infastiditi dall'insistenza del gruppo di venditori. Nella querela, la signora ha confessato di aver firmato perché il 23enne le ha detto che serviva solo a dimostrare ai suoi capi che era stato in zona. In realtà quello firmato era un vero contratto e i carabinieri hanno trovato anche un formulario sulle frasi da dire per riuscire a entrare in casa e cosa rispondere ad eventuali domande dei potenziali clienti.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 3 di 3

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466