Logo
Stampa questa pagina

Salumi di sangue... blu, da tutta Italia a San Miniato

Vota questo articolo
(1 Vota)

Non solo tartufo: San Miniato è anche la città dei Salumi di Sangue. Il 26 e 27 novembre, in concomitanza con la Mostra mercato del Bianco, a San Miniato ci sarà anche la seconda edizione della rassegna nata da un'idea dell'Associazione dei Sanguinacci di San Miniato, in collaborazione con Slow Food e Comune. A Sangue Blu partecipano i produttori Sergio Falaschi, Maurizio Castaldi e Simone Ceccotti.

La rassegna è il frutto della volontà di valorizzare e promuovere la cultura dei salumi di sangue di cui è ricco il nostro Paese, primo fra tutti il Mallegato, il salume di antica tradizione toscana oggi protetto da Slow Food grazie all'istituzione di un presidio di tutela.
Una manifestazione che esalta le "nobili leccornie", d'altra parte, non poteva nascere che in Toscana, dove l'insaccato è un'arte, ma dal sapore antico e nel piatto come nel panino, ci finiscono trippa e lampredotto. Una tradizione nella tradizione, però, quella dei salumi di sangue, ultimo presidio del vecchio adagio: "del maiale non si butta niente". 
In due giorni, quelli della manifestazione, a San Miniato si assaggia l'Italia che non c'è più ma che ancora resiste in qualche presidio che ha del miracoloso. E che è pronto a convergere a San Miniato: produttori di tutte le regioni italiane affiancati da esperti e critici spiegheranno le tipicità legate alla produzione di questi salumi, affiancati dagli chef dell'Alleanza dei Cuochi di Slow Food e da chef di fama internazionale come Daniele Fagiolini, Paolo Fiaschi, Gilberto Rossi, Stefano Pinciaroli che si cimenteranno nella creazione di piatti ispirati dai salumi di sangue.
Sotto ai Loggiati di San Domenico, gli appassionati di sapori e tipicità potranno degustare e acquistare negli stand i prodotti delle diverse regioni italiane, che poi significa anche gusti e tradizioni differenti.
Come il Biroldo della Garfagnana o il Buristo senese e, poi, girando per il Belpaese, il Mazzafegato, la Susianella, la Mustardela, i Boudin o ù sangùnét.

Ultima modifica il Giovedì, 24 Novembre 2016 16:40
Elisa Venturi

Ultimi da Elisa Venturi

Articoli correlati (da tag)

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466