Cuoio in Diretta

Contributo dalla Regione contro gli sfratti a Fucecchio

Vota questo articolo
(0 Voti)

sfratti3La giunta regionale toscana ha approvato un intervento straordinario e sperimentale per prevenire l'esecutività degli sfratti attraverso l'erogazione di un contributo economico alle persone che si trovano in difficoltà. La misura riguarda 10 comuni dell'Unione Empolese Valdelsa, con esclusione di Empoli in quanto già assegnatario di un fondo speciale destinato ai comuni per alta densità abitativa.

"Si tratta di contributi straordinari – spiega il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli, delegato alle politiche abitative per l'Unione dei Comuni dell'Empolese Valdelsa – che saranno concessi in presenza di un procedimento di intimazione di sfratto per morosità per il quale non sia ancora intervenuto il provvedimento di convalida. Quella decisa della Regione è una misura straordinaria molto importante perché interviene in una situazione di criticità e consentirà all'Unione dei Comuni un intervento tempestivo in alcune situazioni nelle quali sarà possibile evitare l'esecuzione del provvedimento. Questo potrà avvenire con la rinuncia definitiva da parte del proprietario alla procedura di sfratto oppure per il passaggio da casa a casa, in caso di indisponibilità alla rinuncia alla procedura, nel qual caso il contributo può essere utilizzato anche come fondo di garanzia per il contratto relativo al nuovo alloggio". Gli interventi che potranno essere attuati, quindi, sono la prosecuzione del contratto in essere tra il proprietario (che rinuncia alla convalida dello sfratto) e il locatario con un contributo massimo previsto di 5 mila euro oppure la stipula di nuovo contratto di locazione (sia con il vecchio proprietario, che ritira la procedura di sfratto, che per un nuovo alloggio) con contributo massimo previsto di 4 mila euro. Nel caso di prosecuzione del contratto in essere, l'ammontare del contributo erogabile non potrà superare l'importo della morosità, comprensivo delle spese legali, così come risultante dall'intimazione di sfratto o dagli atti relativi al provvedimento di convalida. Il contributo, per la sua natura di intervento straordinario e non di misura strutturale, non può essere concesso per più di due volte allo stesso soggetto. Il contributo sarà liquidato direttamente al proprietario e dovrà essere destinato alla copertura della morosità accumulata dall'inquilino (intera o quota parte) o alla stipula di un nuovo contratto di locazione. Nel caso di stipula di nuovo contratto di locazione il contributo concesso non potrà superare 6 mensilità e dovrà comprendere il deposito cauzionale (da 1 a 3 mesi) o l'eventuale mensilità dovuta all'agenzia. Le domande per accedere ai contributi a sostegno della locazione saranno accolte fino a esaurimento delle risorse disponibili. E' possibile presentare domanda a partire da martedì 1 settembre. La modulistica, l'elenco dei requisiti necessari per poter presentare la domanda, insieme a tutte le altre informazioni necessarie, sono elencati su www.empolese-valdelsa.it e sui siti dei 10 comuni.

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
http://www.comune.santamariaamonte.pi.it/news.php?id=3169
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466