skinKaroqcuoio

Cuoio in Diretta

Truffa ai danni de La Calamita: “Chiedono soldi per conto nostro”

Vota questo articolo
(1 Vota)

Calamita

Truffe ai danni de La Calamita onlus, associazione che gestisce l'omonima struttura di aggregazione attigua all'Oratorio S.Maria Delle Vedute a Fucecchio. A darne comunicazione è la stessa organizzazione, venuta a conoscenza nei giorni scorsi della presenza, sul territorio empolese in particolare, di soggetti dediti a chiedere soldi in beneficenza per conto dell'associazione. Richieste di soldi che invece sono deltutto estranei a La Calamita onlus.

"Recentemente si sono verificati fatti che ledono l’immagine della Calamita. Per tale ragione i responsabili dell’associazione di volontariato, con in primis il Presidente Rosario Salvaggio, intendono far chiarezza, alla luce della serietà che rivendicano" scrivono i responsabili dell'organizzazione. "Grazie all’accortezza ed alla perspicacia di un commerciante di Empoli, a cui va il nostro plauso, è emerso che alcune persone richiedono soldi per conto dell’associazione, in maniera del tutto personale, e senza alcun mandato da parte della stessa. Pertanto il consiglio direttivo dell’associazione, che per tutelarsi, ha già riferito l’accaduto alle autorità competenti, si dissocia da tali condotte e sollecita la popolazione ad essere vigile di fronte a richieste di denaro per conto de La Calamita. Dall’associazione ricordano inoltre che per tutte le donazioni effettuate vengono emesse ricevute su carta intestata; che ciascuna campagna di sensibilizzazione per il reperimento di denaro è sempre specifica e ben descritta nei particolari; e che i soggetti titolati alla raccolta fondi sono referenziati e si presentano sulla base di rapporti preesistenti, o con l’aiuto di tramiti e sempre con biglietti da visita. Nel frattempo l’attività del centro di aggregazione La Calamita prosegue con l’iniziativa “pomeriggi insieme”, rivolta a tutti i bambini, nei giorni feriali dalle 16.30 alle 19, con una figura altamente professionale che propone laboratori di arte, lettura, giochi di manipolazione e movimento. I responsabili dell’associazione di volontariato, invece, proseguono, con la massima trasparenza, a raccogliere fondi per sostenere il progetto, la manutenzione dell’edificio e la costruzione del parco giochi inclusivo e ricordano un modo veloce e gratuito per rimanere a fianco dell’associazione: donare il proprio 5 per mille in fase di dichiarazione di redditi. Questo semplice gesto è possibile apponendo la propria firma nel settore destinato al "sostegno delle Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale" ed indicando, nello spazio sotto la firma, il codice fiscale 91039690481".

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466