Cuoio in Diretta

Nuove tele al museo di Fucecchio, incontro su Tamburini

Vota questo articolo
(1 Vota)

Giovanni maria TamburiniLe tele sono state lasciate in eredità al comune di Fucecchio da Carlo Landini Marchiani. Fino a 2016 sono state conservate, in attesa di restauro, nei magazzini del Museo di Fucecchio. E ora, alle due allegorie del Seicento, recentemente restaurate, sarà dedicato un incontro monografico. Venerdì 15 settembre alle 18, al museo, si parlerà della scoperta delle opere sconosciute del pittore bolognese Giovanni Maria Tamburini che vanno così ad aggiungersi al corpus della sua produzione.

Il lavoro di restauro, reso possibile dal finanziamento del Rotary Club Fucecchio Santa Croce sull'Arno, è stato diretto da Cristina Gnoni Mavarelli, funzionario della soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio di Firenze ed eseguito dalla restauratrice Sandra Pucci. Mentre procedeva il restauro, sulla base della provenienza bolognese delle opere contenuta in una iscrizione sul retro di una di esse, il direttore del Museo civico Andrea Vanni Desideri e gli storici dell'arte Cristina Gnoni e Andrea De Marchi (Università di Firenze) hanno coinvolto Daniele Benati, storico dell'arte all'Università di Bologna che, in quanto maggior conoscitore dell'artista, ha immediatamente riconosciuto la mano del Tamburini. Lo stesso Daniele Benati illustrerà la personalità, le opere e la fortuna dell'artista bolognese.

 

Ultima modifica il Mercoledì, 13 Settembre 2017 12:56

Aggiungi commento

Riempi tutti i campi affinchè il tuo commento venga approvato in fase di moderazione. Grazie, la redazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto
Nuova Ibiza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466