nottebiancaskin2018

Cuoio in Diretta

Fucecchio in marcia con Shalom per chiedere il disarmo

Vota questo articolo
(2 Voti)

1Mandare un messaggio di pace ed educare alla sensibilità verso il prossimo, che non può passare dalle armi. Con questo obiettivo, il Movimento Shalom e don Andrea Cristiani hanno organizzato la prima marcia pacifica per il disarmo globale. Una goccia nel mare, forse, ma ogni pioggia è fatta di gocce.

La marcia sarà sabato 26 maggio a Fucecchio, con partenza da piazza Montanelli alle 9,30 per poi raggiungere il centro storico e arrivare in piazza Vittorio Veneto, dove sono previsti momenti di riflessione con alcune letture di studenti e interventi del sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli e di don Andrea Cristiani. A loro poi si uniranno i messaggi di pace e fratellanza del mondo della musica: quelli dei Neim, la band rock pop elettronica metà pisana e metà livornese e del cantautore empolese Andrea Maestrelli.
La marcia è stata presentata oggi mercoledì 23 maggio all'Istituto Checchi. Hanno partecipato don Andrea Pio Cristiani – fondatore del movimento Shalom-, il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli, la vicesindaco Emma Donnini, il dirigente scolastico del circolo didattico Maria Elena Colombai e quella dell'Istituto Montanelli Petrara Patrizia Paperetti.
Il Movimento Shalom collabora spesso con gli istituti della zona, organizzando incontri e progetti che analizzano e avvicinano i giovani ai temi di attualità, riguardanti i popoli colpiti dalla guerra, la povertà e la delicata questione riguardante l'immigrazione. La Marcia di sabato è la prima organizzata dal Movimento. Insieme agli alunni dei due istituti, parteciperanno professori, i ragazzi delle parrocchie, la Pubblica assistenza e il presidio di Libera. Don Andrea ha spiegato come lo scopo della loro iniziativa sia "trasmettere un messaggio globale di pace, per educare alla sensibilità e trasmettere i valori ritenuti da lui fondamentali ed universali, coinvolgendo le grandi masse ma soprattutto i giovani". "Da sempre impegnato per la pace - aggiunge don Andrea -, la nonviolenza e il disarmo, Shalom opera e lavora per costruire un mondo senza armi e per destinare le ingenti risorse investite nel settore degli armamenti per costruire scuole, ospedali, pozzi di acqua potabile, centri di formazione, sostenere le persone più povere e svantaggiate. La marcia per il disarmo globale che oggi presentiamo rappresenta la nostra volontà e quella della stragrande maggioranza degli esseri umani di dissentire e emarginare chi dalle guerre sempre folli e ingiuste si arricchisce vergognosamente, mentre causa morte e distruzione".
Il sindaco Spinelli ha illustrato anche quanto sia incisiva la tematica degli armamenti sul nostro Paese, facendo notare che "negli Stati Uniti vengono investiti decine di miliardi di dollari nei finanziamenti bellici e, su scala globale, l'Italia contribuisce per l'1,7 per cento, che rappresenta per il nostro Paese un dato significativo". Con la marcia, gli organizzatori esprimono il desiderio di coinvolgere maggiormente gli organi governativi, così che movimenti possano essere organizzati ed incoraggiati maggiormente e far scendere di conseguenza la percentuale.
"E' necessario – per la vicesindaco Emma Donnini - far comprendere ai bambini e ai ragazzi che la pace a livello mondiale non è impossibile ma necessita di tantissimi uomini e donne che credano fermamente nel valore della pace come unica possibilità per vivere degnamente e che ritengano il dialogo e lo scontro verbale l'unico modo per risolvere i conflitti. Con questa marcia vogliamo lanciare un messaggio da un Paese che conosce la pace da oltre 70 anni".

Carlo Desideri

 

Ultima modifica il Mercoledì, 23 Maggio 2018 14:01

Aggiungi commento

Riempi tutti i campi affinchè il tuo commento venga approvato in fase di moderazione. Grazie, la redazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466