Cuoio in Diretta

I bambini del Saharawi in consiglio regionale

Vota questo articolo
(1 Vota)

66643740 2846448325429728 5338099343347941376 nGli oltre 30 bambini dei campi profughi della Repubblica del Saharaw che risiedono nei comuni di Rufina, Piombino, Cascina, San Miniato e Fucecchio sono stati ricevuti oggi 15 luglio in consiglio regionale. Ad accoglierli, nella sala Gonfalone, il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani.

Il presidente Giani, indossando la fascia ufficiale della Repubblica Saharawi, si è rivolto ai bambini, spiegando che "vi accogliamo in questa sala sotto il Gonfalone, il nostro simbolo, per dire che il cuore della Toscana batte con il cuore del popolo Saharawi". 66682637 2846448545429706 7210715684383227904 nLa Repubblica Saharawi, conosciuta anche come Sahara Occidentale, è uno stato solo parzialmente riconosciuto a livello diplomatico, è collocato nell'Africa del Nord ovest tra il Marocco e la Mauritania e aspira alla sovranità nazionale e al pieno riconoscimento internazionale. "La Toscana è sempre stata un punto di riferimento per il popolo Saharawi, con i tanti gemellaggi che uniscono le città toscane e i villaggi del deserto – ha proseguito Giani – e continueremo a lavorare affinché vi siano riconosciuti il diritto all'autodeterminazione e a poter crescere in pace". La delegazione ha consegnato al presidente del Consiglio una bandiera Saharawi in ricordo, mentre ai bambini sono stati donati una penna, la spilla con il Pegaso, simbolo del Consiglio regionale e un libretto a fumetti che illustra come funziona l'assemblea toscana.

Ultima modifica il Lunedì, 15 Luglio 2019 19:42

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466