Cuoio in Diretta

guardia-di-finanzaLavoravano per 12 ore ogni giorno, percependo circa 2 euro l'ora. Il lavoro veniva svolto senza rispetto della normativa in materia di sicurezza degli ambienti di lavoro e in condizioni igienico sanitarie molto precarie. E' quanto emerge da un'indagine durata quasi un anno e che ha portato i finanzieri del comando provinciale di Pisa a individuare, complessivamente, 20 lavoratori in nero. Dalle prime ore dell'alba di oggi 5 giugno, oltre 60 uomini delle fiamme gialle hanno perquisito 17 società operanti nel settore conciario nelle province di Firenze, Lucca, Pisa e Prato, quasi la metà delle quali concentrata tra Castelfranco di Sotto, Santa Croce sull'Arno, San Miniato e Fucecchio. Se qualcosa è stato trovato in queste aziende, è bene precisarlo, non si sa ancora.

Pubblicato in Santa Croce sull'Arno

guardia-di-finanzaHa visto gli uomini della Guardia di Finanza e ha iniziato a scappare in sella alla sua bicicletta. Un comportamento decisamente sospetto e infatti alla fine, la pattuglia ha arrestato a Pisa un uomo di 37 anni.

Pubblicato in Dalla provincia

guardia-finanzaSvolgeva la sua attività su portali internet completamente in nero, con un'evasione di imposte di oltre 1 milione di euro in 5 anni di attività. Almeno secondo i finanzieri del comando provinciale di Firenze che hanno svolto un controllo su uno youtuber di 23 anni residente in provincia di Firenze. L'attività investigativa e di intelligence delle fiamme gialle del Nucleo di polizia economico finanziaria di Firenze ha permesso di rilevare come il "professionista del web", tra il 2013 e il 2018, abbia omesso di dichiarare ricavi per oltre 600mila euro e di versare Iva per oltre 400mila euro.

Pubblicato in Dalla provincia

investire-in-borsa-sugli-indiciIl mercato azionario sta ottenendo buoni risultati sotto la presidenza di Donald Trump, soprattutto grazie alle massicce agevolazioni fiscali concesse alle società. Ma, come abbiamo iniziato a vedere alla fine del 2018, questi sgravi fiscali sono stati compensati da tariffe per molte aziende.
Statisticamente, le azioni diminuiranno e aumenteranno in media del 10% l'anno prossimo.

Pubblicato in in Azienda

guardia di finanzaHa messo benzina ma poi la sua auto si è fermata e non voleva saperne di ripartire. E' così che un cittadino rimasto in panne ha fatto scoprire una frode, denunciando il fatto alle Fiamme Gialle del comando provinciale di Pisa.

Pubblicato in Dalla provincia

guardia-di-finanzaRicavi per oltre 280mila euro non dichiarati al fisco.

Pubblicato in Dalla provincia

guardia-di-finanzaQuando gli uomini della guardia di finanza sono arrivati nel panificio di Ponsacco, hanno trovato le tre persone sporche di farina che impastavano e infornavano. Nessuno dei tre, però, avrebbe dovuto essere lì: i tre lavoratori scoperti in piena notte non erano in regola e al panettiere è stata contestata una violazione amministrativa per un ammontare di 25mila euro.

 

Pubblicato in Dalla provincia

guardia di finanzaLi hanno trovati senza etichetta, privi delle informazioni obbligatorie previste dal codice del consumo. Per questo i militari della Guardia di Finanza di San Miniato hanno sottoposto a sequestro amministrativo 238 prodotti cosmetici non sicuri.

Pubblicato in Castelfranco di Sotto

IMG 2199La camera dell'appartamento era a soqquadro, gli schizzi di sangue erano dappertutto e a terra c'era un coltello da cucina sporco di sangue lungo 28 centimetri con lama affilatissima. I militari della Guardia di Finanza e gli agenti della Polizia di Stato sono arrivati nell'appartamento al terzo piano di un condominio di Pisa nel pomeriggio di ieri domenica 24 febbraio, in seguito a una violenta lite scattata in quell'appartamento e hanno arrestato un 34enne in Italia senza regolari documenti e di fatto senza fissa dimora per avere accoltellato gravemente due connazionali suoi coinquilini durante una violenta lite.

Pubblicato in Dalla provincia

image1 4Il centro massaggi era una vera e propria "casa di appuntamenti" in un appartamento a Novoli di Firenze. All'interno, alcune giovani ragazze, tutte di origini cinesi, offrivano prestazioni sessuali con un bene preciso "tariffario", venendo a loro volta retribuite per ogni ora di "attività" solo per pochi euro. Nei giorni scorsi, i Finanzieri del comando provinciale di Firenze hanno arrestato, in flagranza di reato, la titolare di un centro massaggi fiorentino, una cittadina di origini cinesi 43enne residente a Empoli, per i reati di "gestione di una casa di prostituzione" e "sfruttamento della prostituzione". la donna si trova reclusa nel carcere di Firenze Sollicciano. Il provvedimento assunto dalle Fiamme Gialle del II nucleo operativo metropolitano del gruppo di Firenze è stato motivato dalla scoperta del falso centro massaggi partendo dal monitoraggio di alcuni siti internet che pubblicizzavano massaggi definiti "sensitivi e avvolgenti" accompagnati da foto di ragazze con indosso abiti intimi molto succinti. Le successive attività di appostamenti e i riscontri diretti delle persone che usufruivano di tale struttura di "beauty farm" hanno confermato le illecite attività svolte che sono state poi avvalorate a seguito dell'accesso diretto dei militari. I locali del centro massaggi sono stati posti sotto sequestro come anche 3mila euro in contanti e 4 cellulari, rinvenuti a seguito della perquisizione dei locali. Le attività delle Fiamme Gialle proseguiranno al fine di ricostruire il reale volume d'affari, proponendo così all'Amministrazione finanziaria la tassazione dei proventi derivanti da tale attività illecita.

Pubblicato in Dalla provincia
Pagina 1 di 8

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466