Cuoio in Diretta

campi bisenzioDei 34 lavoratori complessivamente controllati, 20 erano completamente privi di contratto di lavoro e 13 erano in Italia senza permesso di soggiorno. Inoltre, 10 sono risultati in possesso di un contratto di lavoro non rispondente alla reale effettivamente attività svolta (ad esempio, dichiarazione di un impiego part time anziché full time). Gli uomini delle Fiamme Gialle del comando provinciale di Firenze hanno svolto, nelle ore notturne, un servizio congiunto con funzionari dell'Azienda Sanitaria Locale e l'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Firenze per contrastare fenomeni di lavoro "sommerso". Le attività ispettive hanno interessato un capannone "alveare" nella periferia di Campi Bisenzio dove operavano 4 imprese dedite alla produzione di vestiario e accessori in pelle.

 

Pubblicato in Dalla provincia

operaio edileL'indice dello stato di salute dell'economia, secondo la teoria keynesiana, ha tra i principali indicatori crescita e sviluppo dell'edilizia. Un settore privilegiato per il fatto che riesce inevitabilmente a far confluire la moneta sul territorio, portando investimenti, lavoro e domanda in generale. Non è così per la Toscana, in cui le imprese edili e gli occupati sono in calo, le partite Iva superano per numero i dipendenti e crescono le denunce di infortuni. Un campanello di allarme viene direttamente dal comprensorio del Cuoio, come dal resto della provincia di Pisa: il settore ha subìto una flessione del 15 per cento per quanto riguarda gli operai presenti nelle aziende. Un dato, proiettato su base annua (settembre 2016 – settembre 2017) che desta forte preoccupazione all'interno della Fillea Cgil Pisa, che lancia anche un allarme per queste ultime settimane dell'anno: "Nel comprensorio del Cuoio cesseranno l'attività ben tre aziende edili" annuncia il funzionario della Fillea Cgil Pisa Abedin Osmani. Dal punto di vista dei contratti, la categoria è ferma al 2016: il contratto nazionale è scaduto a luglio 2016 e l'integrativo provinciale è fermo ad ottobre 2016 e ad oggi per i lavoratori non c'è alcuna novità all'orizzonte.

Pubblicato in Santa Croce sull'Arno

Contraffazione 1Nel bilancio ci sono 65 denunce per reati fiscali, 25 indagini patrimoniali antimafia, più di 140 chili di sostanze stupefacenti sequestrate. Sono alcuni dei numeri raccontati dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Pisa nel bilancio dell'attività 2016. A segnare l'attività è stato un approccio trasversale il contrasto dei più gravi fenomeni di illegalità economico finanziaria.

Pubblicato in Dalla provincia

conceria-del-chienti

E' una presa di posizione inaspettata quella che il circolo dell'ormai ex-Sel di Santa Croce, oggi in via di ridefinizione nel mentre a livello nazionale va avanti il progetto di Sinistra Italiana, prende nei confronti del discusso dossier "Una dura storia di Cuoio" redatto dal Centro Nuovo Modello di Sviluppo. Il dossier, che vuole far luce su alcuni fenomeni di sfruttamento e precariato nel distretto conciario toscano e inevitabilmente pisano, sbarcherà a giorni in parlamento grazie all'iniziativa della deputata di Sinistra Italiana Marisa Niccoli.

Pubblicato in Politica

guardia-di-finanzaSequestrati beni alle organizzazioni criminali per oltre 3,5 milioni di euro e più di 32 chili di sostanze stupefacenti. Individuati, poi, 112 soggetti completamente sconosciuti al fisco. Sono alcune delle cifre del bilancio di un anno di attività del comando provinciale di Firenze della Guardia di Finanza. Per tutto il 2015, l'attività di contrasto all'evasione fiscale e all'economia sommersa ha visto le fiamme gialle fiorentine portare a termine, in tutta la provincia, 233 verifiche e oltre 700 controlli fiscali, che hanno permesso di individuare 112 soggetti completamente sconosciuti al fisco e 44 parzialmente sconosciuti tra imprenditori e lavoratori autonomi.

Pubblicato in Fucecchio

calzaturiero 2I controlli ci sono ma non bastano. Troppo pochi per tenere sott'occhio la galassia di piccole e piccolissime aziende che caratterizza il comprensorio. Una galassia dove il confine tra legalità e illegalità, specie in tempi di crisi, finisce spesso per diventare sfumato. A dirlo è Loris Mainardi, segretario della Filctem Cgil pisana, che commenta così la recente scoperta di lavoratori in nero in due calzaturifici di San Romano gestiti da imprenditori cinesi. (leggi qui)

Pubblicato in in Azienda

guardia-di-finanzaSerata di lavoro, quella della Festa della Donna, per gli uomini della Guardia di finanza di Pisa. Durante controlli a Pontedera, quattro locali sono stati scoperti a non rilasciare scontrino o ricevuta fiscale. Inoltre, in un parcheggio privato gestita da una cooperativa sociale, sono state rilevate 165 auto senza scontrino e personale che lavorava a nero, almeno la metà di quello impiegato, secondo le indagini della Finanza.

Pubblicato in Cronaca

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466