Cuoio in Diretta

Rifiuti abbandonati in aumento, anche eternit alle campane

Vota questo articolo
(1 Vota)

eternit lastreSarà la bella stagione, unita forse alla voglia di svuotare garage e soffitte per dare un'aria nuova e più pulita in vista dell'autunno. A diventare più sporco, però, è il territorio che ci circonda, mai come adesso preso di mira dagli irriducibili dell'abbandono. Un fenomeno in aumento, durante l'estate, nelle frazioni e nelle campagne di Montopoli, tanto da spingere l'amministrazione ad aumentare il numero e la frequenza dei controlli.

Più controlli e collaborazione con i cittadini
A dirlo è l'assessore all'ambiente Alessandro Varallo, spiegando di aver registrato "un aumento importante del fenomeno, da circa un mese e mezzo a questa parte". Da qui la decisione di portare da uno a due i giorni della settimana in cui viene effettuato un servizio di pattugliamento sul territorio. Una lotta impari, tuttavia, per la quale l'assessore chiede l'aiuto e la collaborazione dei cittadini: "Invitiamo chiunque veda qualcosa di sospetto – dice - a farci una segnalazione, anche in forma anonima, magari indicando numeri di targa o inviandoci delle foto".

Amianto sotto casa
Molto spesso, del resto, fra i materiali abbandonati lungo strade e fosse si trovano anche rifiuti speciali, comprese le temibili lastre in eternit che qualcuno sceglie di "smaltire" abbandonandole dove capita. L'ultimo caso è avvenuto nel mese di agosto, quando una quantità non indifferente di lastre in amianto è stata accatastata accanto alla campana del vetro in via Puglia a San Romano, nella certezza che tanto prima o poi qualcuno ci penserà. Lo stesso era avvenuto pochi mesi fa anche all'esterno della scuola materna di Montopoli, dove qualcuno aveva deciso di scaricare l'eternit lungo la strada sterrata accanto all'asilo, in un punto dove le mamme sono abituate a parcheggiare l'auto per venire a riprendere i figli, col risultato così di frantumare in mille pezzi le lastre, aumentando i rischi per la salute collegati alla dispersione di fibre d'amianto nell'aria. Un problema segnalato dagli stessi genitori al Cuoio in Diretta e risolto poco dopo dall'amministrazione (leggi qui Eternit frantumato fuori dalla scuola di Montopoli - Foto).
In entrambi i casi, infatti, ad intervenire è sempre il Comune, aggiungendo al carico ambientale anche il fattore economico. "Essendo rifiuti speciali dobbiamo incaricare una ditta esterna – spiega Varallo -. Il tutto a spese nostre e quindi della collettività".

Fotocamere in arrivo
Per provare ad arginare il fenomeno, il comune di Montopoli ha deciso da tempo di affidarsi anche a due fotocamere mobili, da posizionare a rotazione nei punti maggiormente presi di mira. Un investimento già deciso nel 2015, poi rinviato per le ristrettezze di bilancio e adesso messo in conto per il 2016. "Entro la fine dell'anno - conclude l'assessore - dovremmo riuscire ad acquistare le due fotocamere in modo da utilizzarle con l'inizio del 2017. In  questo momento stiamo espletando la procedura per regolarne l'utilizzo".

Giacomo Pelfer

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466