Cuoio in Diretta

I depositi fanno paura, ma i lavori di Acque non si vedono

Vota questo articolo
(1 Vota)

deposito acque san romanoI lavori annunciati per il 2016 non si sono ancora visti. E difficilmente arriveranno entro la fine dell'anno. La situazione dei depositi idrici di Angelica e Casteldelbosco, però, continua a non far dormire sonni tranquilli ai cittadini e neppure agli stessi amministratori del comune di Montopoli.

La questione è tornata d'attualità nella consulta di ieri sera (6 ottobre) al circolo Torre Giulia, dove fra i tanti temi toccati è stato sollevato anche lo stato pietoso in cui si presenta il deposito idrico di Angelica, alle spalle del supermercato Conad, realizzato negli anni '70 e da allora rimasto a secco di qualunque intervento di manutenzione, come avvenuto del resto anche per il deposito "gemello" di Casteldelbosco.
A lanciare l'allarme, nella consulta dell'ottobre 2015, era stato l'ex dirigente comunale Etelbo Arzilli, oggi in pensione, che all'epoca seguì passo passo la realizzazione dei due depositi e che oggi parla di "una bomba sopra la testa dei cittadini" (leggi qui L'ex dirigente comunale:"Quel deposito è una bomba sopra San Romano"). "Quel progetto non fu sbagliato – ha detto ieri sera Arzilli -: non sono le fondazioni che mi preoccupano, il vero problema è che non è mai stata fatta manutenzione. Pensiamo a cosa potrebbe succedere con un terremoto o con una tempesta come quella avvenuta a Stabbia pochi anni fa".
Lo scorso anno, in risposta alle parole di Arzilli, Acque Spa aveva escluso ogni pericolo, spiegando di aver già in conto un intervento di ammodernamento estetico e sismico dei due depositi. Intervento che era previsto nel 2016. "Pochi giorni fa abbiamo chiesto spiegazioni di questo ritardo – ha detto il sindaco di Montopoli Giovanni Capecchi -. Acque Spa ci ha rassicurato dicendo che con ci sono pericoli, ma la situazione preoccupa anche noi".
Arzilli, quinid, ha minacciato di organizzare un'azione di volantinaggio per informare la popolazione del pericolo: "Ancora non abbiamo visto neppure il progetto - ha aggiunto -. Se entro febbraio non sarà pronto andrò personalmente davanti la Conad a distribuire volantini". (g.p.)

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466