skinKaroqcuoio

Cuoio in Diretta

Conad, salta l'ampliamento a est

Vota questo articolo
(7 Voti)

aerea2Colpo di scena nel progetto per l'ampliamento del magazzino Conad di Montopoli. Prima ancora d'iniziare, il piano per la creazione del più grande polo logistico del centro Italia perde uno dei suoi pezzi, quello indicato fino ad oggi come imminente e prioritario. Conad del Tirreno, infatti, ha fatto sapere di non essere più interessata ad allargarsi nel terreno ad est dell'attuale magazzino, quello di fronte alla stazione ecologica, preferendo puntare sul terreno a ovest, verso il centro Le Barbate, per il quale l'azienda ha già recapitato un progetto di massima negli uffici del Comune.

Un cambio di rotta improvviso, ventilato fin dalla scorsa estate, a dispetto degli annunci, delle promesse e dei render presentati in pompa magna tra Firenze e Montopoli. Cambio di rotta che non ha mancato di indispettire l'amministrazione comunale, a cominciare ovviamente dal sindaco Giovanni Capecchi che, da quel progetto, si aspetta una soluzione definitiva ai problemi che il magazzino crea da anni ai residenti e alla viabilità della provinciale Romanina.
In base al progetto di massima annunciato fino ad oggi, l'ampliamento del polo logistico avrebbe dovuto svolgersi in due fasi distinte. Già per quest'anno era stato annunciato un primo ampliamento nel terreno ad est, con la costruzione di un magazzino a ridosso della ferrovia, ma soprattutto con la realizzazione di un parcheggio e di una viabilità separata per i mezzi pesanti, insieme a opere di mitigazione per le abitazioni vicine. Nella seconda fase, poi, l'allargamento si sarebbe esteso anche nel terreno ad ovest, con un progetto però ancora tutto da definire, nei tempi come nei dettagli.
A sorpresa, invece, Conad è tornata sui propri passi. "In pratica – spiega il sindaco Giovanni Capecchi – ci hanno detto di ritenere il terreno ed est non idoneo, mentre l'ampliamento ad ovest sarebbe secondo loro più semplice". Eppure, proprio il terreno ad ovest è classificato con una pericolosità idraulica superiore rispetto all'area ad est. Ad ogni modo, Conad del Tirreno ha già presentato un progetto per quell'area, rispetto al quale l'amministrazione ha chiesto alcune integrazioni. "Ovviamente – dice Capecchi – adesso ci aspettiamo che le opere per i parcheggi e la viabilità separata previste ad est vengano recuperate dalla parte opposta. Sono queste le cose che ho sempre chiesto da quando mi sono insediato come sindaco. I dirigenti di Conad mi hanno comunque confermato che la volontà di investire a Montopoli rimane. Io, da parte mia, ho chiesto di risolvere una situazione che da anni è insostenibile. Prima della fine del mio mandato voglio avere un progetto definito e dei tempi certi".

 

Giacomo Pelfer

Ultima modifica il Mercoledì, 07 Febbraio 2018 15:25

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466