Logo
Stampa questa pagina

Barrocci, i carabinieri ascoltano di nuovo Centi

Vota questo articolo
(1 Vota)

barroccio veroÈ un mistero ancora tutto da chiarire quello che domenica scorsa ha impedito lo svolgimento del primo Palio dei barrocci di Capanne (Per riavere i barrocci servono i carabinieri, Centi dimesso). Un mistero che i carabinieri della compagnia di San Miniato stanno cercando di svelare, con l'obiettivo di chiarire nei prossimi giorni l'esatta dinamica degli eventi che hanno finito per sabotare la manifestazione.

In ballo c'è già una denuncia, quella presentata due giorni fa da Francesco Centi, il consigliere dell'Associazione barrocciai che aveva l'incarico di reperire i barrocci e di portarli a Capanne. Nelle ore appena trascorse i militari hanno nuovamente ascoltato Centi, con l'obiettivo di identificare il presunto "vigile" da lui descritto, anche se lo scenario rimane ancora da mettere perfettamente a fuoco. Da chiarire, del resto, c'era anche l'esatta ubicazione del capannone dove i barrocci sarebbero alloggiati. Un indagine quindi ancora aperta, sulla quale i carabinieri e sicuramente la polizia municipale di Montopoli sembrano essere intenzionati a chiudere il cerchio quanto prima.

 

Ultima modifica il Giovedì, 16 Maggio 2019 10:52

Articoli correlati (da tag)

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466