skinKaroqcuoio

Cuoio in Diretta

Don Fabrizio da Marti e Capanne a San Miniato Basso

Vota questo articolo
(1 Vota)

piazza duomoTra gli ultimi suo regali alla comunità diocesana, c'è l'istituzione dell'adorazione perpetua (In preghiera per sempre, adorazione perpetua a Capanne). Per don Fabrizio Orsini è tempo di cambiare: da oggi 24 giugno è il nuovo parroco di San Miniato Basso, anche se lì non si insedierà prima del 15 settembre.

In coincidenza, più o meno, con l'apertura delle attività del nuovo anno pastorale. don fabrizioLascerà, quindi, la comunità di Marti e Capanne alla quale, per ora, non è stato assegnato un parroco. Un po' di supporto potrà comunque darlo don Luciano Niccolai, che lascia la guida della parrocchia di San Miniato Basso per ritirarsi e riposare, tornando a Montopoli Valdarno, sua parrocchia di origine. Il cambio, disposto dal vescovo Andrea Migliavacca e comunicato alle parrocchie ieri, in occasione del Corpus domini, va già nell'ottica di una riorganizzazione delle unità pastorali e, guardando in un futuro meno prossimo, anche delle parrocchie: meno frequentate che in passato e con meno sacerdoti a disposizione. Con una responsabilità maggiore, quindi, per i laici impegnati, chiamati ancora di più a vivere la Fede come servizio. Insieme a questo, il vescovo ha disposto un altro cambio importante: don Armando Zappolini passerà dall'essere parroco a Perignano a esserlo di Ponsacco.
Il saluto della sindaco di Ponsacco Francesca Brogi
"Accolgo con grandissimo piacere ed entusiasmo la notizia del trasferimento di don Armando Zappolini alla guida della nostra parrocchia. A don Armando voglio dare il benvenuto a nome di tutta la città, certa che sarà una guida spirituale pronta ad affrontare con la sua umiltà e il suo essere vicino alle persone le molteplici sfide che può presentare la comunità parrocchiale più grande di tutta la Diocesi.
Conosco don Armando da tanti anni ormai, il suo magistrale impegno nella lotta alle mafie, contro il gioco d'azzardo e dalla parte degli ultimi, il suo carisma e la sua energia che di sicuro faranno bene a Ponsacco. La sua attuale carica di direttore della Caritas diocesana permetteranno di dare continuità all'ottima gestione di tale servizio, proseguendo il percorso intrapreso dallo stesso don Renzo, fondatore della Caritas nel nostro Comune. Un passaggio di testimone importante che si concretizzerà a settembre quando sabato 21 don Armando celebrerà la sua prima funzione. A don Armando vanno le mie più sentite congratulazioni per questo nuovo incarico, con l'augurio di buon lavoro al servizio di tutta la comunità dei fedeli.
Allo stesso modo voglio rivolgere a don Renzo un sincero ringraziamento, con profonda stima e affetto, per tutto ciò che ha fatto e che sono certa continuerà a fare al servizio di tutta la comunità. Diventato parroco di Ponsacco 15 anni fa, don Renzo è stato guida e padre spirituale di altissimo profilo, sempre al servizio dei più deboli e attento ai bisogni dei propri fedeli, ha posto sempre al centro la carità, rendendola il baluardo della sua attività pastorale. Senza mai risparmiarsi e con grande umiltà, ha apportato un contributo fondamentale alla crescita morale, spirituale e sociale del paese. È a lui che dobbiamo la fondazione della Caritas nel 2006, prima come centro di ascolto e poi anche come mensa e dormitorio, che oggi svolgono un ruolo fondamentale per la cura dei più bisognosi e che sono un punto di riferimento anche per il Comune e per tutte le Associazioni di volontariato del territorio. Con il completamento dell'Auditorium Don Meliani e con il restauro della chiesa di San Giovanni Evangelista, insieme al campanile e alla canonica, l'azione di don Renzo ha lasciato un'impronta rilevante per lo sviluppo della comunità dei fedeli e per la cittadinanza tutta".
(E.ven)

 

Ultima modifica il Martedì, 25 Giugno 2019 13:43

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466