Cuoio in Diretta

Banda delle casseforti a Santa Croce, incastrati da scontrino

Vota questo articolo
(1 Vota)

ladroAl loro attivo hanno colpi nelle province di Firenze, Arezzo e Siena. I 4 stranieri, due parenti fra loro, vivono a Santa Croce sull'Arno, dove avevano anche messo in piedi una vera e propria palestra per allenarsi a scassinare casseforti con attrezzi specifici in base anche ai modelli di casseforti. Le abilità acquisite, poi, le usavano per colpi in giro per la Toscana.

A incastrare la banda è stato uno scontrino per l'acquisto di un piede di porco ritrovatoin una casa svaligiata a Montevarchi lo scorso agosto che ai 4 aveva fruttato diverse migliaia di euro. Stando alle indagini, inoltre, per allontanarsi dai luoghi colpiti usavano auto sempre diverse nella disponibilità di due prestanome del nord Italia: a uno ne risultavano intestate ben 300. Due delle quattro persone sono in carcere a Pisa in seguito all'ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Arezzo e due sono stati denunciati. Almeno tre sarebbero i furti ascrivibili alla banda nella sola Montecavrchi: lo scontrino potrebbe essere caduto da una tasca nell'ultimo colpo. La banda, infatti, dopo il colpo, aveva anche aperto del vino. 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 13 Giugno 2018 20:21

Aggiungi commento

Riempi tutti i campi affinchè il tuo commento venga approvato in fase di moderazione. Grazie, la redazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466