Cuoio in Diretta

Legionella alla piscina chiusa per ristrutturazione

Vota questo articolo
(2 Voti)

45fcLa legionella, batterio pericoloso per la salute umana, non si ferma e spunta in un altro luogo del Comprensorio del Cuoio. Questa volta arriva in un ambiente perfetto per farla vivere e proliferare, dove le condizioni di calde e umide sono garantite dall'habitat, una piscina, quella comunale di Castelfranco di Sotto, gestita dalla Uisp zona Cuoi.

A scoprila sono stati i tecnici della Asl durante dei controlli e, a impianto fermo per i lavori di ristrutturazione, hanno comunicato al sindaco Gabriele Toti la situazione. Il primo cittadino non ha avuto necessità di emettere ordinanze, essendo la piscina già interdetta al pubblico a seguito dei lavori di ristrutturazione. Ora prima di riaprire l'impianto, terminati i lavori, che a questo punto prevedono anche la bonifica contro la Legionella, saranno poi eseguiti nuovi controlli per accertarsi che il batterio sia stato debellato. Rimane da capire se la chiusura ha favorito lo sviluppo dei batteri, ma questo ormai poco importa, visto che il problema è stato identificato. Infatti il sindaco Gabriele Toti dice: "Per aprire di nuovo la piscina sarà necessario ottenere una autorizzazione dalla Asl. Infatti durante il periodo di chiusura dell'impianto, la Asl ha comunicato di aver rilevato valori di legionella superiori ai parametri previsti. Ribadisco che tali comunicazioni sono pervenute quando la piscina era già stata chiusa in via autonoma per i lavori. Pertanto la struttura riaprirà solo dopo aver avuto la necessaria autorizzazione da parte della Asl. Dalle nostre informazioni appena avuto questa notizia la Uisp Zona Cuoio, in qualità di gestore si è attivato per fare quanto richiesto dalla Asl e poi prescritto da parte del Comune. Tutte le comunicazioni del comune sono avvenute in stretto raccordo con la Asl".
Un episodio, che comunque dopo il caso di una persona di San Miniato che si è ammalata contraendo una polmonite da legionella e quello del condominio di Santa Croce nelle cui acque è stato trovato il batterio, riapre la questione della provenienza di questi organismi pericolosi per la salute umana. Rimane comunque fermo un principio della letteratura scientifica non c'è prova del fatto che la legionella il cui agente eziologico è un protozoo si possa trasmettere da uomo a uomo.
Per gli altri lavori della piscina invece spiega il primo cittadino: "I lavori straordinari alla struttura della piscina piccola stanno procedendo secondo il calendario che ci eravamo dati. Intorno al 20 ottobre sarà terminato questo intervento, che ha una tipologia analoga a quanto verificatesi poco tempo fa alla vasca più grande dell'impianto. Si tratta in buona sostanza di un rinforzo alle pareti laterali della vasca , dovuta alla normale usura del tempo, anche se emersa in maniera non prevedibile ed improvvisa durante la fase finale della stagione estiva. Ovviamente di questo intervento straordinario, se ne è fatto carico il comune in quanto proprietario della piscina di Castelfranco. Per cui dalla fine del mese di ottobre tale lavorazione sarà chiusa e completato. Una volta definita questa fase stabiliremo di accordo con il gestore la data della riapertura alla luce di altre necessità della piscina e la data migliore per le ipotesi di riapertura".

 

Ultima modifica il Martedì, 16 Ottobre 2018 11:13

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466