Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Poste ritira il piano di razionalizzazione

Vota questo articolo
(0 Voti)

postino postaI 65 uffici postali toscani tra cui quello di Corazzano e gli altri 10 della provincia di Pisa su cui pendeva il rischio della chiusura o di una forte riduzione dell'orario di apertura sono ufficialmente salvi.

Lo ha annunciato il Tar che da un lato ha rigettato il ricorso della Regione toscana e dei vari Comuni contro il piano di riorganizzazione di Poste e dall'altro il tribunale amministrativo ha spiegato che la richiesta di sospensiva della riorganizzazione non è stata accolta perché Poste aveva già ritirato il piano di riorganizzazione. Insomma gli uffici postali sono salvi e i tagli al servizio che sarebbero dovuti scattare ora non pendono più sul destino degli uffici postali della provincia di Pisa . Secondo il piano originario presentato dall'azienda infatti in provincia di Pisa gli uffici a rischio chiusura oltre a quelli di Corazzano nel comune di San Miniato e di Marti a Montopoli in Valdarno era Ponteginori (Montecatini Val di Cecina), San Giovanni alla Vena (Vicopisano), Castelmaggiore (Calci), Uliveto Terme, Treggiaia (Pontedera), Ghizzano  (Peccioli), Legoli (Peccioli), Luciana (Fauglia) e Soiana (Terricciola). Mentre per gli uffici di Montecatini Val di Cecina, Monteverdi Marittimo, Orciano Pisano, Capanne, nel comune di Montopoli sarebbe dovuta scattare una razionalizzazione dell'orario di apertura.

 

Ultima modifica il Martedì, 12 Maggio 2015 13:24

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466