Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Il 'percorso vita' trasloca, area per cani a Ponte a Egola

Vota questo articolo
(1 Vota)

image62I nuovi giardini di via Cairoli a Ponte a Egola si faranno. Lo spicchio verde all'angolo con via Leporaia sarà interamente riqualificato, ospitando non solo alcuni giochi per bambini ma anche il 'percorso vita' attualmente posizionato lungo l'Egola. Al suo posto, nell'area a verde lungo il torrente potrebbe nascere uno spazio di sgambatura per cani. Sono queste le novità principali uscite dalla Consulta di Ponte a Egola riunita ieri sera (12 dicembre) nell'aula magna del Buonarroti. Una Consulta poco partecipata, a dire il vero, di fronte alla quale il coordinatore Luciano Pistolesi non fa mistero della propria amarezza.

"La serata era incentrata principalmente sui problemi di degrado – spiega Pistolesi – e sulla necessità di riqualificare diverse aree della frazione". Al centro dell'attenzione, in particolare, i marciapiedi di via Diaz e l'atteso parcheggio nell'ex distributore Agip, insieme all'area di piazza Rossa e alle strade limitrofe: situazioni sulle quali la Consulta ha chiesto maggiore attenzione all'amministrazione, rappresentata dagli assessori Marzia Fattori, David Spalletti e Chiara Rossi. Da parte dei cittadini, in particolare, è arrivata la richiesta di una maggiore presenza della polizia municipale nelle strade della frazione, per controllare ed eventualmente sanzionare quelle piccole situazioni o cattive abitudini che fanno del male al paese e al decoro.
La serata, ovviamente, è stata anche l'occasione per fare il punto sui lavori pubblici previsti a Ponte a Egola. A cominciare dalla tribuna al campo Leporaia, i cui lavori sono stati già affidati il 28 di novembre, fino ad arrivare ai nuovi marciapiedi in via Curtatone e Montanara, per i quali l'amministrazione attenderà l'inizio del nuovo anno, in modo da non arrecare danno alle attività commerciali durante il periodo natalizio.parcheggio senza nome
Confermato, poi, anche l'impegno dell'amministrazione per i giardini di via Cairoli: uno spicchio di verde di cui l'ex assessore Guazzini aveva fatto uno dei propri cavalli di battaglia, tornando anche ieri (sulla propria pagina Facebook) a sottolineare l'importanza di riqualificare "un luogo di svago in una delle zone più popolose e più 'giovani' della frazione". Importanza confermata dall'amministrazione, che ha deciso di portare nell'area non solo alcuni giochi per bambini ma anche le attrezzature del 'percorso vita' oggi presenti lungo l'argine dell'Egola. "Al suo posto – spiega Pistolesi – l'amministrazione sta valutando di creare un'area per cani attraverso la collaborazione con un'associazione locale".
Infine, tra i tempi portati all'assemblea, c'è anche l'intitolazione del parcheggio lungo via Diaz nei pressi dell'ex bar Milan (nella foto). Un'area da riqualificare, partendo innanzitutto dalla scelta di un nome: la scelta concorde della Consulta, infatti, è quella di dedicare la piazza a Moreno Raugei, storico titolare dell'ex bar Milan, animatore della sala da ballo all'aperto 'L'Acropoli', nonché figura di riferimento nei primi anni del Palio del Cuoio e in generale nel tessuto associativo locale". Una volontà che la Consulta ha trasmesso all'amministrazione, anche se l'ultima parola spetterà ovviamente alla Prefettura.
"Tuttavia – aggiunge Pistolesi – quello che dispiace è vedere poca gente. Dopo due anni mi sento deluso, da un lato dall'amministrazione che non ha fatto molto di quello che avevamo chiesto, ma dall'altro anche dai cittadini che hanno scelto di non partecipare, nonostante avessi distribuito più di 90 volantini. E probabilmente le due cose sono legate tra loro". (g.p.)

 

Ultima modifica il Martedì, 13 Dicembre 2016 17:00

Commenti   

 
0 # Veronica Menichetti 2016-12-18 15:35
Buongiorno,
Leggo l'articolo e vorrei fare alcune precisazioni sulla piazza da intitolare a Moreno Raugei, in quanto confinante del parcheggio proprietà del Comune.
Fin dagli anni 80, quando si verificò l'espropriazion e del ns terreno da parte del Comune per creare un parcheggio, abbiamo più volte sollecitato, mediante lettera e voce, la sistemazione del parcheggio. Le richieste vertevano e vertono su un muro di contenimento del ciglio, le striscie del parcheggio, il taglio degli alberi sporgenti sulle vetture, una illuminazione degna di un parcheggio....o ra quasi al buio, la creazione di una rete fognaria per la raccolta delle acque piovane, che non è mai stata fatta in tutti questi anni è che ultimamente sta creando problemi alla viabilità di via Diaz all'altezza del parcheggio, perché si verificano "laghi di acqua piovana" , mista a fango che fuoriescono dal parcheggio. Per non parlare del fatto che è diventato un gabinetto a cielo aperto di umani e animali....con i conseguenti odori nauseanti.
Abbiamo fatto ancora una segnalazione, nelle settimane passate, in Comune al Sig. PAOLO BIANCHI, ma come ogni volta ci viene risposto che dipende dai fondi che hanno e dai politici che decidono dove veicolare i fondi. Non vuole essere una polemica, ma ritengo PONTE A EGOLA un paese come gli altri del Comune, ma a cui non viene reso giustizia e aiutato a restaurarsi, rendendolo bello, vivibile, luminoso come altri paesi restaurati a pochi km da noi.
Che il Sig. Pistolesi si sia incaricato di farsi portavoce dell'intitolazi one della piazza gli fa onore e lo ringraziamo, ma vorrei che si chiedesse anche a chi vive tutti i giorni vicino al parcheggio come vive questa situazione e che cosa ha fatto per sollecitare varie Amministrazioni Comunali all'intervento, purtroppo resesi sorde a queste richieste.
Cordiali saluti
Veronica Menichetti
 

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466