Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

Agitazione e mobilità in una conceria di Ponte a Egola

Vota questo articolo
(0 Voti)

Pistolesi srl conceria di ponte a egolaIn pratica è uno su 2. Dei 25 dipendenti della conceria Pistolesi srl di Ponte a Egola, 11 sono in mobilità e ieri 27 settembre, all'unanimità, i lavoratori hanno dichiarato lo stato di agitazione. La procedura di mobilità è stata aperta lo scorso 11 settembre e nonostante la disponibilità di tutti i lavoratori ad andare in solidarietà per cercare di tutelare tutti i posti di lavoro - proposta portata per ben due volte al tavolo sindacale -, l'azienda ha ribadito di voler licenziare 11 lavoratori.

“Noi sindacati – spiega Fabio Carmignani, segretario Filtem per la zona del Cuoio da poco entrato in questo nuovo ruolo - abbiamo chiesto l'incontro e la ricerca di un ammortizzatore sociale come la mobilità ma l'azienda ha detto no. Abbiamo fatto due assemblee con i lavoratori che ci hanno dato mandato di richiedere la solidarietà e l'azienda ha ribadito che vuole andare avanti con 11 licenziamenti”. La prossima settimana cominciano le manifestazioni e forse le astensioni dal lavoro.
I profili che rischiano di essere messi a casa sono solo esclusivamente operai senza particolari specializzazioni. “Al momento - continuano dalla Cgil - le figure più costose per l'azienda e più specializzate sembrerebbero al sicuro, ma è sempre bene usare il condizionale”. Licenziare un lavoratori per l'azienda, all'incirca, potrebbe significare un risparmio di 400mila euro anche se non è chiaro per il momento per quanto è stato detto in sede sindacale come l'azienda intenda affrontare la riduzione di manodopera dal punto di vista del piano industriale. Nel frattempo è certo che, dichiarato stamani (28 settembre) lo stato di agitazione, i lavoratori dalla prossima settimana cominceranno con varie azioni dimostrative di protesta.
La Pistolesi srl, azienda trasferitasi a Ponte a Egola da alcuni anni, ha una produzione piuttosto varia anche se è specializzata nella lavorazione della pellicce e scamosciati. In passato si è già avvalsa per brevi periodi di ammortizzatori sociali, ma per ora non era mai arrivata ai licenziamenti.

Ultima modifica il Venerdì, 29 Settembre 2017 11:44

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466