Logo
Stampa questa pagina

San Miniato, altre 19 telecamere sul territorio

Vota questo articolo
(1 Vota)

telecamere 3070Al via l'installazione di ulteriori 19 telecamere, oltre alle 14 già attive sul territorio , che andranno ad incrementare il sistema di videosorveglianza del comune di San Miniato. Si tratta della seconda parte di un intervento finanziato dalla Regione Toscana e dalla Fondazione CRSM, diviso in tre lotti, che prevede la mappatura completa del territorio comunale. "Sarà ampliata la copertura nel centro storico e a Ponte a Egola" annuncia il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini.

Questo intervento segue di pochi mesi il primo, che ha visto l'installazione di 14 telecamere che riguardano la videosorveglianza (tre a San Miniato Basso - via dei Mille e rotatoria via Guerrazzi/via Pestalozzi e una in via Pannocchia a Ponte a Egola), sei fanno invece parte del progetto di efficientamento della pubblica illuminazione e si trovano in via Pestalozzi a San Miniato Basso, al semaforo dell'intersezione di viale Marconi con via Aldo Moro sempre a San Miniato Basso, quattro sulla SS67 (all'intersezione con via Fontevivo, all'intersezione con via Capitini, al semaforo di La Scala e all'altezza dell'intersezione con via Capocavallo), mentre le altre quattro riguardano il sistema fisso di lettura delle targhe della automobili e si trovano nei punti strategici di accesso al territorio comunale (due in via dei Mille, all'altezza della rotatoria di via Guerrazzi/via Pestalozzi a San Miniato Basso, una alla rotatoria di via Pruneta a Ponte a Egola e una al semaforo a La Scala, sulla Tosco Romagnola).
"Grazie all'entrata in funzione delle prime 14 telecamere, stiamo già vedendo i primi importanti risultati – spiega ancora il sindaco -. Sono infatti stati rintracciati i responsabili di danneggiamenti a cartelli stradali e soggetti in fuga dopo un sinistro, mentre la lettura delle targhe ci sta permettendo di tenere sotto controllo il flusso delle auto in transito sul nostro territorio – e conclude -. Una volta terminato questo ulteriore intervento, il progetto ne prevede la realizzazione di un terzo lotto destinato a potenziare le telecamere nelle zone considerate 'sensibili' e a dotare le aree che per adesso ne sono sprovviste, di un sistema adeguato di collegamento e controllo".

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466