Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-
Mercoledì, 13 Marzo 2019 10:16

Una piazza per Elisa, via libera della giunta

zini 6Dopo il si della consulta (Una piazza per Elisa e spazio alle Vittime del femminicidio), è arrivato anche quello della giunta del comune di San Miniato. Procede spedito quindi, a pochi giorni dalla giornata della donna dell'8 marzo, l'intitolazione del parcheggio adiacente al campo sportivo di via Gargozzi a San Miniato a Elisa Amato, la giovane di Prato trovata morta proprio lì, a fianco dell'ex fidanzato Federico che le aveva tolto la vita. 

Pubblicato in San Miniato

federico elisaElisa Amato fu picchiata violentemente prima di essere uccisa da Federico Zini. Tanto da avere chiari segni di colluttazione addosso, due denti incisivi rotti e un ematoma sulla guancia. In sostanza, per i periti, Elisa prima di essere freddata con tre colpi di pistola è stata presa a pugni e ha cercato di difendersi dalle botte di Zini.

Pubblicato in San Miniato

sala elisa amato prato"Mi rendo conto che sia solamente un piccolo gesto che non potrà mai rendere giustizia al dolore della famiglia, ma questa targa con scolpito sopra il nome di Elisa e con esso quello delle tante, troppe Elisa Amato d'Italia, terrà vivo il suo e il loro ricordo, gridando forte e chiaro mai più". Lo ha detto il presidente della provincia di Prato Francesco Puggelli durante la cerimonia di intitolazione alla memoria di Elisa Amato della sala giunta della Provincia di Prato.

Pubblicato in San Miniato

35d2a748-85cc-42e6-a5f5-86b484559ad7Il parcheggio dove il suo corpo ormai freddo è stato ritrovato prenderà il suo nome. E uno spazio in città sarà dedicato alle vittime del femminicidio. L'iter per intitolare a Elisa Amato il parcheggio davanti al campo sportivo di Gargozzi e alle vittime del femminicidio uno spazio gestito dai Vicoli carbonari è partito ieri sera 23 ottobre, con l'ok da parte della consulta territoriale di San Miniato. Non molti i presenti, a dire il vero, ma tutti - diversi dei quali rappresentanti di associazioni - si sono sentiti di appoggiare la proposta, portata nella consulta convocata dal coordinatore Davide Provenzano da Elise Bianchi e Anna Braschi.

Pubblicato in San Miniato

e153c642-6af1-4ca4-bfbc-c9ea8b04a06cL'auto si ferma, Elisa la spegna per andare a dormire. Poi la portiera del lato passeggero che si apre, Federico dice qualcosa, lei risponde, probabilmente gli urla di andarsene altrimenti chiama aiuto. Lui apre il fuoco con la pistola di grosso calibro comprata pochi giorni prima e spara a distanza ravvicinata. Tre volte. Il primo colpo va a vuoto, gli altri due la trapassano: un colpo al torace, l'altro all'addome e le ogive si conficcano nel telaio dell'automobile. L'auto di lui è lì, con i fari accesi e la portiera aperta.

Pubblicato in Cronaca

zini 17Neanche l'autopsia ha eliminatp gli ultimi dubbi sulla dinamica del gesto omicida. L'esame sui corpi di Elisa Amato e Federico Zini, gli ex fidanzati trovati senza vita sabato mattina accanto al campo sportivo di San Miniato, nell'auto della trentenne pratese (Leggi l'articolo), non hanno dato indicazioni risolutive, se non quelle sul numero dei colpi sparati (cinque) e sulle ferite mortali alla donna, che sono state inferte all'addome.

Pubblicato in Cronaca

Federico ZiniTornerà a San Miniato nella mattinata di domani, giovedì 31 maggio, la salma di Federico Zini, il 25 enne che si è tolto la vita dopo aver ucciso la ex compagna. Dopo l'autopsia eseguita oggi all'istituto di medicina legale di Pisa, i corpi di Federico e di Elisa sono tornati nella disponibilità delle famiglie.

Pubblicato in Cronaca

zini 4Elisa Amato, durante il viaggio da Prato a San Miniato, con molta probabilità era già morta per i colpi di pistola con cui l'ha attinta il suo ex Federico Zini. Nessun sequestro di persona, quindi: il giovane calciatore del Tuttocuoio avrebbe viaggiato con il cadavere della ex da Prato a San Miniato per poi spararsi una volta fermata l'auto in via della Fornace Vecchia, vicino al campo sportivo nelle prime ore della mattina di sabato scorso 26 maggio (Omicidio suicidio: l’ultimo incontro sotto casa di lei finisce in tragedia. Calciatore del Tuttocuoio spara alla ex e si toglie la vita).

Pubblicato in San Miniato

Schermata 05-2458266 alle 17.04.43La procura di Pisa cerca risposte sulla morte di Elisa Amato, la trentenne uccisa dall'ex fidanzato, il calciatore del Tuttocuoio Federico Zini che poi si è tolto a sua volta la vita dopo averla incontrata sotto casa (Articolo e foto). Sarà infatti affidato domani (28 maggio) l'incarico al medico legale per effettuare l'autopsia sul corpo di Elisa.

Pubblicato in Cronaca

zini 17Erano stati insieme, poi si erano lasciati lo scorso ottobre. Nella notte tra venerdì 25 maggio e oggi sabato 26, il tragico epilogo, quella storia tormentata si è conclusa con lui che prima ha ucciso lei e poi si è tolto la vita. Da qualche tempo i ragazzi avevano ripreso a vedersi, dice qualcuno, ma senza che i genitori di lei lo sapessero. Ieri sera 25 maggio, Federico Zini di 25 anni di San Miniato, calciatore del Tuttocuoio è andato a Prato, a casa di Elisa Amato, la sua ex di 29 anni pratese commessa in un negozio di Firenze e da lì a poco si è consumata la tragedia.

Pubblicato in San Miniato

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466