skinterrapisa2019

Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-

elisa leoniC'è anche la sanminiatese Elisa Leoni nel gruppo delle migliori imprenditrici della provincia di Pisa. Titolare della storica cartoleria Lema a La Catena di San Miniato, Leoni ha ricevuto venerdì (8 aprile) il Premio Donna Impresa organizzato da Confcommercio Pisa.

Pubblicato in San Miniato

Testo, Foto, Video di Serena Di Paola
notte nera 2016 20Degustazioni, musica, animazioni, ma soprattutto scenografie con giochi di luci e colori. Questi gli ingredienti principali che ieri sera, sabato 11 giugno hanno caratterizzato La Notte Nera di San Miniato, facendo registrare il tutto esaurito nei vari punti ristoro e affollando le vie del centro fino tardi. Una serata ben riuscita che ha certamente soddisfatto gli organizzatori, intenti a brindare le oltre 10mila presenze stimate.

Pubblicato in Cultura e Spettacoli

Matteo FaissolaLa Cassa di risparmio di Lucca Pisa Livorno corre in aiuto delle attività commerciali di San Miniato, pronta ad offrire finanziamenti a condizioni agevolate per le attività della città della Rocca. È quanto prevede un accordo sottoscritto fra il noto istituto di credito, appartenente al gruppo Banco popolare, con la sezione sanminiatese di Confcommercio Pisa.

Pubblicato in San Miniato

20160128032330Iniziativa di comune e Confcommercio all'insegna della formazione. Da domani, 29 gennaio, sarà infatti aperto un bando aperto a tutti per la partecipazione ad un corso gratuito, pagato dall'amministrazione, per l'attestato Haccp (Hazard Analysis and Critical Control Points, letteralmente Analisi dei Pericoli e dei Punti Critici di Controllo), necessario per qualunque lavoro nel settore della ristorazione o vendita e somministrazione alimenti e bevande.

Pubblicato in Santa Maria a Monte

mostra tartufoTracciare il tartufo, garantendone origine e provenienza a tutela del consumatore. È stato questo il tema di un incontro che si è tenuto giovedì pomeriggio a San Miniato, nella sala del Bastione, alla presenza di tartufai e commercianti di tartufi, insieme a personale dell'Ispettorato per la tutela, qualità e repressione frodi del Ministero dell'agricoltura e delle due aziende sanitarie di Empoli e Pisa.

Un incontro al quale i commercianti si sarebbero presentati anche con i propri legali per valutare al meglio una questione più che mai delicata. A sollevare il tema, pocgi giorni fa, era stata Confcommercio Pisa, che in una nota aveva lanciato l'allarme contro le possibili frodi, sulla base di dichiarazioni date dall'Ispettorato antifrodi dell'area pisana che, a sua volta, aveva spiegato di aver raccolto segnalazioni relative all'ingresso sul territorio nazionale di quantità significative di tartufi provenienti da paesi dell'Est, dal Marocco e alla commercializzazione di tartufi di origine cinese e marocchina.
Nel corso dell'incontro a San Miniato, quindi, sarebbe stata ribadita la necessità di dare corso alle norme di tracciabilità previste dalla legge 50 del 2005, rimaste per adesso frenate dai problemi di tracciabilità fiscale di un prodotto che impone, teoricamente, obblighi al cercatore solo qualora venda il tartufo. Per l'ispettorato antifrodi, tuttavia, l'obiettivo sarebbe limitato alla tutela del prodotto. Motivo per il quale sarebbero stati paventati anche possibili controlli nel corso della mostra mercato nazionale del tartufo bianco, analogamente a quanto avvenuto pochi giorni fa alla Mostra mercato di Acqualagna nelle Marche, in provincia di Pesaro-Urbino.
Una prospettiva che non è affatto piaciuta agli espositori, decisi a tutelare l'immagine delle proprie aziende. Comprensibile, quindi, la preoccupazione da parte dell'amministrazione comunale, presente all'incontro con l'assessore Giacomo Gozzini e con il sindaco Vittorio Gabbanini, il quale avrebbe chiesto e ottenuto di rinviare la questione agli inizi del 2016, una volta terminata la grande kermesse sanminiatese. Da qui l'accordo per un nuovo faccia a faccia da organizzare nel mese di gennaio, con l'obiettivo di sensibilizzare e organizzare il tema della tracciabilità con tutti gli attori interessati, cosa finora rimasta di difficile attuazione in tutta Italia non per volontà dei soggetti interessati, ma per una legge che forse ha qualche difficoltà attuativa.
Ad inquadrare la questione è l'assessore al turismo Giacomo Gozzini: "Il punto centrale - dice - è che la prima cessione del tartufo avviene ovviamente esentasse. Chi acquista da un cercatore, quindi, non ha gli strumenti per poterne garantire la tracciabilità. Dato che la richiesta arriva dall'Ispettorato antifrodi per l'area pisana, il timore dei commercianti è che i nostri cercatori possano vendere il tartufo di San Miniato ad acquirenti di altre zone. Questo perché il nostro bianco, essendo di ottima qualità, ha ovviamente mercato. Servono quindi le stesse regole per tutti, quanto meno a livello regionale ma forse anche nazionale, in modo da tutelare la nostra filiera. Si tratterà di coinvolgere tutti i soggetti e cercare una soluzione pratica". (g.p.)

 

Pubblicato in San Miniato
Giovedì, 05 Novembre 2015 12:33

Una miniExpo in Malesia per la aziende pisane

spinello con angelina enrica leeSarà una sorta di mini-Expo aperta alle aziende toscane e soprattutto pisane, intenzionate a scommettere nel grande mercato asiatico.

Pubblicato in Dalla provincia

foto di gruppoAgosto in festa e tante le nuove occasioni di spettacolo, musica e divertimento del Litorale Pisano, grazie ad un ricco programma di eventi promossi da ConfcommercioPisa e Sindacato Balneari Sib, inseriti all'interno di MareniaNonsolomare. Sono stati presentati questa mattina a La Dolce Vita di Tirrenia quattro eventi che caratterizzeranno l'agosto del litorale.

Pubblicato in Cultura e Spettacoli

movida alcolici abusiviLa situazione dei commercianti abusivi di alcolici nella movida pisana sta diventando ingestibile. Almeno secondo Marco Santini, titolare de Il pozzo dei miracoli nel centro di Pisa, quella dei venditori abusivi di alcolici sta diventando una marea inarrestabile.

Pubblicato in Dalla provincia

camera-di-commercio-pisaDelusione e forte disappunto oggi in ConfCommercio Pisa, dopo che il Comune ha emanato l'autorizzazione per una sagra del pesce a Marina di Pisa. L'evento, che si terrà dal 4 al 23 agosto, ha lasciato sbigottiti e amareggiati i soci dell'Associazione: la sagra può essere infatti una minaccia per gli esercizi di ristorazione del litorale.

Pubblicato in Dalla provincia

Federico-Pieragnoli-2Il problema del commercio e del degrado a Tirrenia. Confcommercio non risparmia critiche al sindaco di Pisa per la poca attenzione dedicata ai problemi dei commercianti e per l'eccessiva presenza di venditori di prodotti etnici con le loro bancarelle.

Pubblicato in in Azienda
Pagina 2 di 3

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466