skinterrapisa2019

Cuoio in Diretta

feed-image Voci Feed
A+ A A-
Martedì, 03 Novembre 2015 16:10

Fiabe e incantesimi al teatro di Castelfranco

Fiabe e incantesimiTorna Fiabe e Incantesimi, la rassegna di teatro per bambini organizzata da Arci Zona Cuoio e Terzo Studio, con il contributo del Comune di Castelfranco Di Sotto. Tre mesi di divertimento per i piccoli amanti del teatro fra burattini, giochi di ombre, fiabe, incantesimi e tanto altro. Un viaggio nel mondo dei sogni e della fantasia, con sei spettacoli che metteranno in scena da novembre a gennaio alcune delle più antiche e romantiche tradizioni dello spettacolo, come burattini ed il teatro “raccontato” dei vecchi cantastorie. Un'occasione per passare qualche ora in famiglia la domenica pomeriggio, nel luogo più magico di Castelfranco: il Teatro della Compagnia. Tutti gli spettacoli durano circa un'ora e inizieranno alle 17,30. Si rivolgono tutti a bambini da 5 anni in su. Variopinto e ricco il cartellone. 

Il programma

DOMENICA 8 NOVEMBRE: "Patatrac", di Delikatessen Duo. Un musicista eclettico incontra una romantica dilettante: succede un “Patatrac”. Lei vuole a tutti i costi fare il suo concerto; lui compie spericolate peripezie musicali, usando i piu’ svariati marchingegni sonori, da quelli tradizionali a quelli autocostruiti con barattoli, bambù, padelle, imbuti, tubi, cucchiai. Chi vincera’ questo duello a colpi di note? Un varieta’ musicale ricco di comicita’ e poesia, in cui gag comiche e demenziali si susseguono a canzoni, filastrocche, balletti sincronizzati. Anche il pubblico dei più piccoli sarà coinvolto in una divertente orchestrazione. Di e con Cristina Glogowski e Moreno Raspanti. DOMENICA 22 NOVEMBRE: "C’era due volte un piede", di Veronica Gonzalez. L’artista ha due piedi speciali che si trasformano in buffi personaggi ogni volta che lei li porta verso il cielo. Le sue marionette di carne ed ossa interpretano le più esilaranti storie accompagnate da una ricca colonna sonora mentre si intrecciano scene piene di ritmo, fantasia, poesia e humor. Tantissimi sono i premi ricevuti. Uno show capace di meravigliare e incuriosire chiunque, uno spettacolo nuovo ed originale con una tecnica sorprendente, in cui tutte le parti del corpo di Veronica si trasformano in personaggi vivi che interpretano storie musicali piene di umorismo ed ironia. Uno spettacolo capace di girare in lungo e in largo il mondo intero perché adopera il linguaggio universale del gesto, della figura e della musica. Uno spettacolo all’insegna del sorriso e della leggerezza. Nel maggio 2014 ha partecipato su RaiUno a “Si può Fare” vincendo la puntata in coppia con Catherine Spaak. DOMENICA 6 DICEMBRE: "Di Pinocchio l’avventura", del Teatro delle dodici lune. Questo spettacolo nasce nel lontano 1998 per il Parco di Pinocchio a Collodi, ed è rimasto in programmazione fino al 2005. Un burbero burattinaio racconta controvoglia la storia di Pinocchio, dice di essere il discendente di Mangiafoco e di conoscere a menadito la vita e la morte del famoso burattino. La musica della sua concertina e una coppia di vecchie marionette lo accompagnano durante il racconto. La fiaba di Collodi inizia nella “baracca” di Mangiafuoco, una sorta di teatro nel teatro dove Pinocchio, tra rincorse, equivoci, furberie e bastonate, affronterà mille avventure. La figura coinvolgente del contastorie si alterna a quella dei burattini, mettendo in luce l’ambiguità di Pinocchio, sempre diviso tra buoni propositi e continue fughe. Grande divertimento ed autentica paura, rivelano al pubblico dei ragazzi le difficoltà del percorso della vita. Uno spettacolo per tutti. DOMENICA 20 DICEMBRE: "Visioni d’Incanto", di Federico Pieri. Uno spettacolo originale ed in continua evoluzione, uno show in cui personaggi, storie ed azioni vengono rappresentate con tecniche teatrali diverse ed innovative. La magia comica dell’Uomo Forzuto, un personaggio apparentemente uscito da un fumetto, che tenterà di entrare dentro un pallone di quasi due metri di diametro; il close up videoproiettato sullo schermo; disegni straordinari, a primo sguardo privi di senso, ma se ricomposti come un puzzle, lasceranno senza parole; una galleria di animali e strane figure realizzate con la tecnica delle ombre; e poetiche storie, scandite da immagini create con la sabbia come in una sequenza cinematografica. Uno spettacolo che lascia il sorriso e fa emozionare, adatto ad un pubblico di tutte le età e di tutto il mondo. Diversi interventi con un unico filo conduttore: lo stupore. MERCOLEDI' 6 GENNAIO: "Transylvania Circus", Italo Pecoretti. Misteriose e strane creature formano la compagnia del Transylvania Circus. Uomini drago che sputano fuoco, fantasmi acrobati, un malinconico licantropo capace di camminare in equilibrio sulla luna e poi lei, la stella dello spettacolo, l’ affascinante donna vampiro, che si esibirà nell’arte del trasformismo. Ma un suono sinistro distrae gli artisti di questo oscuro circo, è il battito di un cuore, nessuno sa spiegarsi da dove mai arrivi quel battito. Forse l’amore è capace di risvegliare anche i cuori di creature senza vita come loro? O forse quel battito sarà il vostro. Ma non temete Signori, gli artisti del Transylvania Circus sono tutt’altro che pericolosi e se il vostro cuore batterà, non sarà per la paura! Vincitore del Premio Silvano d’Orba “Ai bravi burattinai d’Italia” 2015. DOMENICA 17 GENNAIO:"Teste di legno, storie d’ingegno", di Alessandro Gigli. Uno spettacolo che rappresenta il ritorno di Alessandro Gigli all’animazione delle durissime teste di legno, lo spettacolo ha ormai superato le 1000 rappresentazioni ed è considerato un ‘classico’ teatro di figura italiano. Una storia di amori, lotte e sfide, ad impreziosire lo spettacolo c’è un uso dei giochi di parole, delle assonanze, delle rime, che rappresentano una novità per il teatro in baracca. Come lo scorso anno i biglietti costeranno 3 euro per i bambini sotto i 12 anni e 5 euro per tutti gli altri. Informazioni a Terzostudio, numero 0571485078.

 

Pubblicato in Castelfranco di Sotto

MedioevoQuale modo migliore per celebrare la festività di Ognissanti se non intraprendendo un viaggio alla scoperta della vita e delle mirabolanti avventure di questi ‘supereroi’ del passato? Questo l’obbiettivo dell’associazione Le Domeniche Pisane, che per il primo giorno di Novembre ripropone l’iniziativa “Ma chi erano questi santi?”, un percorso giocoso dedicato ai bambini e alla famiglie nel mondo dell'arte e della religiosità del Medioevo. Un viaggio nella storia attraverso le sale del Museo Nazionale di San Matteo, uno dei più importanti siti d'Europa nel campo dell'arte medioevale, nonché uno dei fiori all'occhiello della città; ma soprattutto un modo per permettere anche ai più piccoli di poter approcciarsi a temi come quelli dell’arte e della storia, attraverso l’opera di figure specializzate in grado di trovare la giusta chiave di lettura. Ecco quindi che un dipinto o una scultura possono, ad esempio, raccontare di eroi, leggende, epoche passate...proprio come dei fumetti. Insieme alla spontaneità dei bambini, poi, un museo, una chiesa o una piazza possono trasformarsi in luoghi di narrazione, di gioco, di intrattenimento. Come venivano rappresentati? Perché? Come riconoscerli a prima vista? Quale storia si nasconde dietro a ogni personaggio? E perché ce ne sono così tanti nel museo? A tutte queste domande cercheranno di dare risposta due giovani guide esperte del settore. Partenza alle ore 11. Costo del biglietto famiglia (a partire da un adulto ed un bambino) 12 €. Prenotazione obbligatoria. Informazioni e prenotazioni ai numeri 3276611500 (Viola) e 3887551474 (Linda) o all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Dalla provincia

Centro Peppino ImpastatoSi articola e arricchisce l'offerta del centro polivalente Peppino Impastato, la struttura nata sulle ceneri dell'ex scuola elementare in località Falorni.

Pubblicato in Santa Maria a Monte

Mathesis premiati 03102015Sono stati premiati 40 bambini e ragazzi di Capannoli dai 5 ai 14 anni, di cui 3 primi classificati con medaglia d'oro e 8 secondi classificati con medaglia d'argento. I ragazzi, finalisti all'Olimpiade della Matematica, sono stati premiati nell'aula magna dell'Istituto comprensivo di Capannoli.

Pubblicato in Dalla provincia

Non solo la sera: l'Estate Castelfranchese è anche di pomeriggio e pensata per i ragazzi. All'Orto di San Matteo, da lunedì 13 a venerdì 17 luglio, verranno organizzati, ogni pomeriggio dalle 17, laboratori didattici e giochi per ragazzi, laboratori di pittura, di manipolazione della creta e della pasta di sale, di teatro e di scacchi.

Pubblicato in Cultura e Spettacoli

Vorrei studiare ma non posso. Sarà a Pisa sabato, il convegno per contrastare l'abbandono scolastico, con un approccio nuovo e diverso per aiutare i ragazzi delle scuole superiori a superare le difficoltà legate alla mancanza di motivazioni nello studio.

Pubblicato in Dalla provincia

IMG-20150506-WA0001A quasi un anno dalla sua costituzione, il consiglio comunale dei ragazzi si è riunito per esaminare il regolamento urbanistico. Lo scorso 5 maggio, i consiglieri Michela Arria, Leonardo Moscatelli, Sara Tardino, Arianna Matteucci, Morgana Caione, Marco Rosati, Giorgia Torino, Arianna Paternesi, Gabriele Bonocore e Luca Castellano, con il mini-sindaco Samuele Campo, si sono confrontati con i tecnici estensori del Regolamento Urbanistico, gli architetti Chiara e Mauro Ciampa e Giovanni Giusti.

Pubblicato in Santa Maria a Monte

25-campus-estivi-640Sarà possibile iscriversi dal 5 al 15 maggio. Quindi per gli interessati è tempo di informarsi. Il comune di Fucecchio, anche quest'anno, darà seguito al progetto di continuità educativa nel periodo estivo E... state in Comune: tirocini estivi rivolti ai ragazzi residenti, di età da 15 a 25 anni compiuti, iscritti a un ciclo di studi e che non svolgono attività lavorativa.

Pubblicato in Fucecchio
Mercoledì, 11 Febbraio 2015 16:32

Il Primo Abbraccio con Scuola senza Zaino

senza zaino sanminiatoIl Primo Abbraccio con Scuola senza Zaino. Nella sala del Bastione di San Miniato, sabato 14 febbraio, l'appuntamento è con Ornella Piccini, psicologa e psicanalista dedita allo studio della relazione genitori figli e dei fattori che determinano la salute del bambino e della famiglia. Il modello Scuola senza zaino nasce in Toscana più di dieci anni fa ed è diffuso in quasi tutte le regioni italiane. Coinvolge bambini, docenti e genitori a partire dalla scuola dell'infanzia fino alla scuola secondaria. L'ingresso è gratuito, ma la prenotazione è obbligatoria a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Pubblicato in San Miniato
Pagina 5 di 5

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466